Acquaro e dintorni - Così parlavano i nostri Avi

 
"L' arburu chi non jetta i radicati spande simianti pemmu campa ancora.
Nu puòpulu chi mantena i radicati àve u cunzerva a lingua, si no mora"
(Giuseppe Coniglio - poeta calabrese - Pezzano 1922 - Catanzaro 2006)


NUOVA PUBBLICAZIONE

Acquaro e dintorni - Così parlavano i nostri AviSi comunica che prossimamente verrà dato alle stampe un libro attinente quasi esclusivamente al DIALETTO ACQUARESE, un lavoro portato avanti con passione e grande dedizione, che ha richiesto molti anni di studio e di ricerca.
E' dedicato ai nostri avi, depositari della saggezza antica, e ai miei ex alunni degli anni scolastici '70 - '80 presso la Scuola Media di Acquaro; il loro contributo è stato molto valido per le notizie certe, attinte direttamente dai loro genitori e anziani parenti.
Il testo vuole essere un contributo per mantenere l'identità del dialetto parlato nel territorio di Acquaro e può essere ricondotto a quello usato anche secoli fa dai nostri avi, un inestimabile patrimonio culturale che va tutelato, salvaguardato ed utilizzato. Dimenticare il dialetto è come annullare il passato, negarlo è come negare i propri antenati. Non si ha la pretesa di essere esaustivi, per cui mi auguro che un giorno qualche appassionato studioso possa continuare per dare completezza a questa pubblicazione.


TITOLO
"ACQUARO E DINTORNI"
Così parlavano i nostri Avi

Piano dell'opera:
• Prefazione
Fonologia: Studio dei suoni
Morfologia: Studio delle parole
• Grammatica:
Sintassi: Studio delle frasi
Semantica: Studio dei significati
• Varia: Curiosità, invocazioni, frasi idiomatiche, usanze e credenze, motti, sentenze, indovinelli, ansie e aspirazioni, imprecazioni, il sentimento religioso, i giochi, cultura e saggezza contadina, proverbi, pregiudizi, arti, mestieri e professioni, superstizioni, curiosità, scioglilingua, cantilene, filastrocche, aforismi etc ... (questo settore ne comprende oltre 700 e sono corredate da ampie note esplicative e da esempi).
• Vasto dizionario comprendente oltre 7.000 (settemila) lemmi - parole, di cui diverse centinaia non sono da molti anni in uso. l lemmi rimandano inevitabilmente alla presenza dei vari popoli che dominarono per secoli nel territorio calabro (Greci, Romani, Bizantini, Franco-Angioini, Arabi, Spagnoli...)
• Appendice: E' costituita da un'ampia rassegna di fotografie inedite, inerenti ad argomenti trattati nel testo.

Tutto il lavoro costituisce una vasta opera dialettale-culturale della parlata acquarese.


L'AUTORE            
Prof. Ferdinando Ierardo


NB: Chiunque è interessato, può prenotare una o più copie del libro presso "Foto - Studio Citino" o rivolgendosi allo stesso autore, senza versare alcun anticipo e senza obbligo d'acquisto.

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.