Domenica, 17 Febbraio 2013 23:00

Le stagioni del cuore

Pubblicato da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Inverno

Cadde la neve

quell'anno.

Un pallido sole

scaldò il cuore

in maschera.

Racconti

di vita lontana.

Immagini sbiadite

dal tempo.

Ricordi lontani

ormai archiviati

sotto coltri di neve.

Rugiada gelata

i pensieri stantii.

Brina nei sogni

appannati.

Eppur non

faceva freddo.

Primavera

Ricordi quel tempo?

Raccoglievamo viole,

volavano farfalle.

Sulle nubi, figure.

Intorno la voce del vento.

Un passo, un salto

e il ruscello borbottava

la sua canzone

d'amore al mare.

Le fronde danzavano

all'oblio del vento.

Noi vicini eppur lontani

stanchi di tenerci

per mano.

Sbiadì la primavera

e l'estate sciolse

le trecce al sole.

Il cuore smise

di cantare la

nostra canzone.

Estate

Curiosi di cercar

grilli e cicale.

Sfide nel tramonto,

sotto un cielo

trapunto di stelle.

Sogni e desideri

mai avverati

finiti nel caldo

pomeriggio festivo.

Stanchi di parole

adorne di lucciole

sbiadite, spente

nel silenzio

della notte

che albeggiava altrove.

Soli, lontani.

Distanti e mai raggiunti.

Fraintesi e mai capiti.

Era estate, lentamente

correvano le ore.

Autunno

Dolcemente finì l'estate.

Ciclamini spuntavano

curiosi. Non li raccolsi.

Lasciai le corolle

a sfiorire tra

le morte foglie.

Il vento sferzava

il risveglio dalla

calura afosa.

La sua canzone

abbracciava il cuore

le sue carezze

addolcivano la speranza.

Sentivo la voce degli

alberi intorno.

La quiete cullava

l'anima sempre

stanca di parole.

Chiapparo Anna Maria

(Tutti i diritti riservati)

Letto 1131 volte Ultima modifica il Domenica, 17 Febbraio 2013 23:21
Altro in questa categoria: « Semplicemente grazie Immagine »

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.