Mercoledì, 19 Dicembre 2012 18:34

Per favore, abbiate rispetto per il vostro popolo (lettera aperta ai nostri cari politici) In evidenza

Pubblicato da 
Vota questo articolo
(1 Voto)

Carissimi politici italiani

che avete in mano le redini delle nostre sorti, fatevi un esame di coscienza per questo Natale e autosospendetevi a tempo indeterminato per amore del Paese e del popolo che osannate tanto e che dite di avere a cuore.

Il popolo ha capito che forse è meglio stare senza di voi, almeno finchè non farete dei gesti concreti e finalmente credibili ai nostri umani occhi, visto che voi siete degli dei intoccabili sull'Olimpo romano.

Certo, voi non avete tempo per guardare la Tv e i Tg.Voi sapete solo sedervi nei vari salotti davanti alle telecamere e promettere mari e monti, poi, dei tg quotidiani che vi mostrano la realtà della vecchietta che cerca scarti nella spazzatura, del padre di famiglia in cassa integrazione che non sa come pagare le bollette e fare un regalino ai figli, della massaia che non sa come far quadrare i conti e s'inventa la giornata per tirare la carretta, degli studenti spenti dai vostri discorsi logorroici, dei pensionati senza speranza che arrancano come derelitti stanchi e demoralizzati dallo sfruttamento dello Stato...cosa v'importa?

Il vostro unico impegno è accumulare voti.

Siete assillati dai voti.Ve li sognate anche di notte e fate a pugni per raccoglierne il più possibile.

Parlate di primarie, di spread, di elezioni anticipate, di percentuali varie, di date, di debito pubblico, di economia, ma sapete almeno di cosa parlate o meglio, sparlate?

Siete così presi da voi stessi che siete diventati come delle marionette imbizzarrite che si dibattono sulla Penisola da Nord a Sud e viceversa.Ma per cosa?

Per sanare i conti? Per turare il buco enorme del debito pubblico? E come? Coi nostri sacrifici che non basteranno mai comunque, visto che siete voi stessi un pozzo senza fondo?

Molti di voi sono ormai malati di politica e non riescono a guardare aldilà del loro naso.Sono entrati in un circolo vizioso più grande di loro e sono stati assorbiti dalle sue spire stritolanti. Non sarebbe grave se la cosa rimanesse ristretta a questo, ma il guaio è che nelle spire portate dentro tutto il sistema politico e sociale della nostra povera Patria spolpata da chi riesce meglio.

Il Paese non è diviso in destra e sinistra, ma è diviso in affamati e in predicatori.

Ci sono gli affamati di giustizia, di legalità, di rispetto, di fiducia, di pane...e poi ci siete voi eterni predicatori e venditori di fumo.

Ma non si campa col fumo.

Solo voi campate con le vostre storie infinite. Il popolo è stanco dei vostri dibattiti incolori e senza forma. E' stanco dei vostri sprechi alla faccia della povertà in cui ci state portando. E' stanco degli scandali insulsi in cui siete coinvolti. E' stanco di subire la vostra burocrazia e la vostra inettitudine nel tenere le redini del Paese. E' stanco delle vostre poltrone intoccabili e tramandate di generazione in generazione.

Per favore, abbiate rispetto del vostro popolo!

Stiamo subendo un terrorismo psicologico da mattina a sera, ascoltando e leggendo a destra e a manca i vostri nomi che rimbombano ovunque e ci assillano come un 'infinita tortura.

Basta, per favore!

Se volete risultare almeno un poco credibili, piuttosto che vendere fumo, ragalate qualcosa di vostro.Fate dei gesti concreti.

Quale occasione migliore del Natale per fare un regalo?

Piuttosto che rovinarci quel che resta di questa festa scolorita dalle vostre beghe, lasciateci almeno un po' in pace in questi giorni e sparite dalle TV, dai giornali, dal web.

Andate in vacanza!

Abbiamo pagato la vostra salata IMU.Abbiamo fatto il nostro dovere di buoni cittadini.Il mese prossimo pagheremo in belle file, come tanti soldatini ubbidienti, il caro abbonamento alla Tv, per evitare di perderci ancora i vostri cari dibattiti. Cosa volete di più?

Noi facciamo tutto quello che ci chiedete.

Voi perchè non lo fate?

Vi siete presi tutto, vi prenderete tutto...

Come si fa con i condannati, lasciateci almeno un ultimo desiderio. Oscuratevi almeno per Natale! Lasciateci coi nostri cenoni frugali e i nostri regalucci handmade.

Divertitevi alla nostra faccia brindando col migliore champagne.Volate in isole tropicali da sogno, ma per favore lasciateci vivere in pace questo Natale così penoso a cui ci avete costretti. Cosa vi costa? Paghiamo tutto noi!

Ho nostalgia dei bei film di Natale, dei racconti puliti, delle dolci canzoni che ci avete stonato.

Siamo stanchi di vedere dibattiti e talk-shows politici a qualsiasi ora del giorno e della notte.Dei vostri visi tirati e delle vostre rughe nascoste dal fondotinta. Siate veri almeno in questo! Siate orgogliosi delle vostre rughe come i contadini e gli operai dei loro calli!

Ed allora cambiamo musica.

Con quale coraggio vi sedete a tavola a mangiare ostriche e champagne sapendo che intorno a voi ci sono anziani che hanno lavorato una vita e famiglie con bambini, che muiono di freddo e fame? Con quale coraggio andate in giro con la scorta quando sapete che gli operai sono in costante pericolo perchè lavorano in ambienti malsani e pericolosi? Con quale coraggio accompagnate i vostri bambini a scuola con l'autista e la scorta, quando sapete che in Italia la scuola fa acqua da tutte le parti e ci sono famiglie che non sanno come comprare i libri di testo? Con quale coraggio andate a farvi curare gratis nelle migliori cliniche quando a noi chiedete di andare in giro con l'ISEE in mano per elemosinare un minimo diritto pagato sempre da noi? Con quale coraggio date 250 euro di elemosina ad un invalido? Cosa sono per voi 250 euro? Un pieno di benzina per il SUV, una penna, una camicia...? Invalidità presume non atto al vivere quotidiano, ed allora? Come si fa a vivere con così misera somma?

Questa, secondo me, è la più grande mancanza di rispetto per un essere umano!

Con quale coraggio tassate le nostre sudate case frutto di sacrifici immensi che nemmeno immaginate? Dovreste fare un monumento a chi col sudore della fronte è riuscito a costruirne una. Sarebbe meglio gravare tutti sulle vostre spalle?

Con quale coraggio ci raccontate ancora favole quando ci avete tassato e rubato anche i sogni?

Per favore, abbiate rispetto per il vostro popolo stanco e demoralizzato.

(Anna M.Chiapparo 19/12/2012 )

Letto 1450 volte

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.