Giovedì, 24 Marzo 2011 17:49

Una rosa nel deserto

Pubblicato da 
Vota questo articolo
(1 Voto)

Le immagini si susseguono come un tam-tam infinito ovunque giro canale. Parole, parole, parole, supposizioni, ricostruzioni, dettagli, indizi....non se ne può più!

Tutto diventa platea e tutti diventano registi, sceneggiatori ed operatori di ripresa come in un mega kolossal dove recitano mille comparse.Tutto sfuoca e tutto riappare all'improvviso con l'ultima novità, con la notizia del momento.

Rivedo quel campo incolto e freddo, senza vita, austero.

Un deserto. Un deserto dove è fiorita una rosa.

Penso ai suoi genitori, a quei fratelli protetti dalle tenaglie della TV che accalappia tutti quelli che può come una calamita ingorda che risucchia tutto ciò che tocca e penso che ormai siamo un tutt'uno con la "magica scatola" che troneggia nelle nostre case.

Rivedo quel pozzo nascosto all'occhio, in un altro campo deserto.

Un'altra bambina travolta dalla furia omicida di chissà chi...

Telecamere infinite e tante lacrime vere o finte, chissà... e non si saprà, forse mai la verità...La fine di una bambina sembra finire in secondo piano e i talk show fanno a gara a fare audience.

Un'altra rosa sbocciata nel deserto di un campo anonimo diventato fin troppo noto.

Ora lo scenario è un sottotetto di una casa accogliente.

Una casa che induce alla pace ed alla serenità, ma che custodisce un crudele segreto.Non dovrebbe essere la chiesa, la casa per eccellenza che abbraccia amorosa i suoi figli? Eppure anche là è entrato il male, la mano pesante dell'oblio che travolge e distrugge.

Anche lì, sotto quel tetto è fiorita una rosa.

Rivedo tantissimi altri deserti di cui nessuno parla più perchè non fanno più notizia e tra poco tempo anche queste ritorneranno nell'oblio. Nell'archivio della Tv.

Se ne parla la Tv, tutto ritorna e riaffiora, altrimenti....

Le rose durano il tempo di una stagione. Crescono, sbocciano, fioriscono in tutta la loro bellezza, ma non dovrebbero sfiorire mai.

Poeticamente mi piace pensare che sia il fiore prediletto da Dio perchè m'accorgo che le fioriture, nei giardini s'allungano sempre più. Ho visto anche rose d'inverno sfidare il freddo, certo mite, della terra che m'accoglie.

Un fiore pieno di spine, ma che fa girare gli sguardi e riempie l'olfatto, non può morire così, nella solitudine di un deserto.

(Anna M. Chiapparo)

Letto 2039 volte

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.