Raccolta fondi per il restauro del Crocifisso del '600

Il crocifisso ligneo, risalente al 1600, che il 7 aprile 2011 cadde dall'altare maggiore della chiesa matrice, rompendosi in più parti, deve essere sottoposto ad un lavoro di recupero e, al contempo, di restauro. A tale fine sono necessari una serie di interventi, non solo di ripristino, che, data l'importanza artistica della scultura, oltre che religiosa, sono numerosi e richiedono l'impiego di sofisticate tecniche. I restauratori della "Monastia delle Clarisse Restauri" di Vibo Valentia, su invito del parroco don Lamari, che ha accolto il desiderio della popolazione, stanno operando per potere riconsegnare l'opera in tempo per le prossime festività pasquali.
E' indubbio che l'entità del danno e gli interventi complementari, necessari al consolidamento ed alla conservazione del crocifisso, richiedono una spesa considerevole che, secondo quando preventivato, consiste in circa otto mila euro. La parrocchia, da sola, non può fronteggiare tale spesa. E' per questo che il consiglio pastorale ha deciso di richiedere un contributo alla popolazione passando casa per casa. La locale associazione Pro Loco si è anche attivata per avviare delle iniziative con lo scopo di potere contribuire alla risistemazione del Cristo che ogni acquarese adulto ricorda, sin da piccolo, quando veniva deposto dalla croce durante la rappresentazione sacra dell'agonia.
Nel pomeriggio del 18 febbraio 2012, sabato di Carnevale, verranno vendute in piazza i curujicchji, preparate in diversi modi, esposti e messi in vendita i manufatti che alcuni artigiani locali, accettando l'invito dei membri dell'associazione, realizzeranno fino ad allora. A tale proposito chiunque volesse realizzare dei lavoretti da donare per la vendita, può rivolgersi ai soci Pro Loco che saranno contenti di accettare. Il presidente della Pro Loco e tutti i soci invitano naturalmente l'intera popolazione a partecipare numerosa all'evento che, oltretutto, sarà occasione di incontro per la comunità acquarese.
Mattina del 19 febbraio 2012, a conclusione della messa domenicale, verrà venduto del pane casereccio cotto nel forno a legna.
Il ricavato di tutto andrà interamente consegnato alla parrocchia.
Inoltre, l'associazione si sta mobilitando per diffondere, attraverso diversi canali, le coordinate bancarie del conto corrente della parrocchia così da permettere a chi è lontano dal paese, e volesse contribuire, di fare un'offerta. Vengono riportate, anche qui, di seguito:

PARROCCHIA SANTA MARIA DEI LATINI - P.ZZA MATRICE - 89832 ACQUARO (VV)

IBAN: IT 38T0701042890000000400321

BIC: ICRAITRRS20

L'augurio è che in occasione della prossima Pasqua i fedeli acquaresi possano vedere nuovamente esposto il crocifisso sull'altare della chiesa matrice. E' importante il contributo, piccolo o grande che sia, di tutti perché il paese possa riavere e venerare negli anni futuri un elemento di grande valenza per la sua storia religiosa.

Alcune foto scattate dopo il rinvenimento

Commenti   

Don Rosario Lamari
# Don Rosario Lamari 2012-01-17 10:04
Grazie per l'iniziativa, speriamo di vedere presto il Crocifisso tornare al suo antico splendore. Grazie a tutto coloro che collaboreranno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.