Consiglio, ok al bilancio

L’amministrazione mantiene invariate le tariffe di acqua e Tarsu.

Il Quotidiano del 30 Novembre 2013

Via libera del consiglio comunale al bilancio. Dalla seduta presieduta dal vicesindaco Saverio Felice Viola, (il sindaco Giuseppe Barilaro è risultato assente per altri impegni) è emerso senza dubbio quale elemento qualificante il mantenimento delle tariffe di acqua e Tarsu.

Infatti, soprattutto per quanto riguarda quest’ultima è stata espressa dall’amministrazione grande soddisfazione «per essere riusciti a mantenere la disciplina della Tarsu e non adottare la Tares che avrebbe di certo prodotto il doppio del gettito che viene di norma incassato con la Tarsu». In pratica, il Comune aveva già mandato la prima rata relativa alla Tares tenendo conto che in bilancio era prevista la somma di 180 mila euro. Di conseguenza, grazie a un emendamento alla Legge di stabilità che permette ai Comuni, solo per quest’anno, di mantenere l’una o l’altra tassa, l’amministrazione ha optato di coprire i costi della Tar su che in bilancio è iscritta per 80 mila euro. La scelta garantisce un risparmio di ben 100 mila euro che avrebbero senz’altro gravato a totale carico dei cittadini specie se si considerano i tagli operati in questi anni e le ristrettezze imposte dal governo centrale. Pertanto, la seconda rata che sarà recapitata ai contribuenti con il nuovo anno sarà calcolata come Tarsu e non come Tares. L’assemblea ha anche approvato il piano delle opere pubbliche in cui sono stati previsti tantissimi interventi che a breve verranno avviati. Di notevole importanza è il finanziamento (Piar) concesso al Comune di Acquaro dalla Regione: 450 mila euro che saranno destinati a diversi interventi. «Un ringraziamento va alla giunta regionale e all’assessore Trematerra che ha fortemente voluto questo programma di interventi», ha affermato il sindaco Barilaro. Un altro importante finanziamento, sempre concesso dalla regione, è quello di 150 mila euro per l’adeguamento sismico della scuola elementare di Corso Umberto. Il civico consenso ha inoltre proceduto al riconoscimento del debito fuori bilancio di circa 45 mila euro «a titolo di pagamento tariffa conferimento dei rifiuti relativa agli anni 2009, 2010 e 2011».
C’è da dire inoltre che il comune gode di buona salute economica «grazie ad un opera di risanamento messa in atto sin dal primo giorno di insediamento».

Giuseppe Parrucci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.