La pittura si coniuga con la poesia

Quattro artisti vibonesi inseriti nel calendario 2014 ideato dalla Ursini.

L'Ora della Calabria dell'8 Dicembre 2013

L'obiettivo è quello di «promuovere l’arte e la poesia dei nostri giorni ». Il mezzo usato è il “Calendario di arte e poesia” realizzato dall’Accademia dei bronzi, presieduta da Vincenzo Ursini, che sarà presentato sabato prossimo, alle 17 nei saloni del circolo Unione di Catanzaro.

Tra i dodici pittori selezionati,quattro sono del vibonese, ovvero Giuseppe Galati di Acquaro, Pasquale Macrì di Dinami, Caterina Rizzo di Pizzo e Domenico Virdò di Filandari, artisti di indubbia qualità che l’Accademia dei bronzi ha inteso «sostenere con la pubblicazione gratuita di una loro opera nel calendario 2014. Con Galati, Macrì, Rizzo e Virdò, sono stati selezionati anche Grazia Calabrò, Silvio Fortebraccio, Mimma Gallelli, Marcello La Neve, Alfredo Leonardo, Rita Mantuano, Antonella Oriolo, Massimiliano Soriente, mentre Anna Leone, Francesca Loricchio e Angelina Russo, pur non rientrando nei dodici prescelti, hanno ricevuto una segnalazione di merito. Il calendario contiene anche trentadue opere di poeti italiani. «È assodato, come ha scritto a suo tempo Paul Bourget, che “il pensiero sta alla letteratura come la luce alla pittura” e che “l’arte non è niente senza anima”. La dimostrazione sta nel fatto - dice Ursini - che il dialogo tra pittura e poesia, in questo caso, è evidente in quanto dai quadri del calendario emerge una luce che trascende la realtà e dalle poesie si alza un alone di bellezza che tende a catturare quella parte di infinito che vive in ognuno di noi». L’Accademia dei bronzi ha quindi inteso «promuovere tutto questo e lo sta facendo da tempo allo scopo di attivare e di tonificare l’interesse per l’arte in quanti amano veramente, e non in maniera superficiale od occasionale, guardare un quadro o leggere una poesia. Tutto ciò - continua Ursini - nella convinzione che in ciascuno di noi esiste una latente tensione emotiva ed un inspiegabile, ma autentico desiderio di luce. In questo nostro calendario - la conclusione - tutte le opere pubblicate riescono a parlare al cuore, a prendere consistenza ed a trasferire un lirismo coloristico e armonioso, incorniciato dentro una raccolta geografica di immagini, di aggettivazioni, di organiche proiezioni che vanno ben oltre la quotidianità, troppo spesso anonima e priva di valori». L’Accademia, inoltre, si pone alcune domande, alle quali offre una sua risposta: «Potrà un calendario suscitare tutto questo? Contribuire così a vivacizzare l’ambiente culturale e artistico di oggi, aprire un nuovo ventaglio di luce e d’amore per i pittori e i poeti che si alternano con le loro opere sulle pagine mensili del 2014? L’Accademia dei bronzi ne è convinta e si augura che il suo già riconosciuto e trentennale apporto alla letteratura e alla pittura, possa incontrare quei consensi che anche gli autori presentati si aspettano». Comunque sia, il calendario del sodalizio culturale catanzarese rappresenta una bella pagina di promozione culturale che si aggiunge alle tante altre promosse in questi anni da Vincenzo Ursini.


Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.