Esposta la reliquia di San Rocco

Dal prossimo 18 agosto avrà luogo un evento molto atteso dai fedeli.

Il Quotidiano del 12 Gennaio 2014

Un grande evento di carattere culturale e soprattutto religioso si terrà a partire dal 18 agosto prossimo ad Acquaro.

Un evento rivolto ad ogni categoria di persone e soprattutto ai tanti ammalati che soffrono, assillati da gravi problemi fisici. Si tratta dell'esposizione della reliquia di San Rocco, patrono di Acquaro, e di tutti coloro che si occupano della sanità e di tutti quelli che nella malattia si dibattono e patiscono.
La manifestazione, fissata dal 18 pomeriggio con l'arrivo della reliquia al 25 mattina con la partenza della stessa, si svolgerà, come sempre in questi casi, in forma solenne ed è prevista la presenza di monsignor Luigi Renzo, vescovo della diocesi di Mileto, Nicotera e Tropea. A stabilire, ad unanimità dei presenti, la celebrazione dell'evento è stata l'Associazione "Amici di San Rocco" riunitasi venerdì pomeriggio presso la casa parrocchiale.
Presieduta da Giuseppe Parrucci ed alla presenza del parroco della comunità locale don Rosario Lamari, l'assemblea ha altresì varato un variegato programma di iniziative finalizzate alla raccolta dei fondi necessari per coprire l'assicurazione sotto la quale dovrà viaggiare ed essere scortata la reliquia. Pertanto, si inizierà l'ultima domenica di gennaio 2014 con le zeppole in Piazza Matrice. Il calendario delle iniziative ripartirà quasi subito, il 2 febbraio per l'esattezza, quando è prevista una sagra del pane casareccio. Il tempo di smaltire la gioia del sapore del prelibato cibo, ed ecco una nuova manifestazione. Questa volta in tavola saliranno le "chiacchere", tipico dolce carnascialesco, che ispira tanta allegria e, come auspicano gli Amici di San Rocco, che possa anche invogliare tante persone a gustarle offrendo in cambio il proprio obolo per un evento che sarà, volenti o nolenti, di tutto il paese. Concluderà la serie delle iniziative una riffa prevista nel periodo pasquale. Con questo nutrito "pacchetto" l'Associazione punta a racimolare i soldi necessari per pagare l'assicurazione per il trasporto della reliquia sia all'arrivo che al rientro in sede, nonché per affrontare altre spese relative alla pubblicità dell'evento. Il programma prevede il coinvolgimento dei parroci e delle comunità dell'intero territorio. Ma, i particolari saranno resi noti in maniera dettagliata a tempo debito. Intanto, gli "Amici di San Rocco" di Acquaro, che fanno riferimento al sodalizio più importante dell'"Associazione Europea Amici di San Rocco" fondato dal procuratore Costantino De Bellis, effettueranno prossimamente un pellegrinaggio in quel di Capriati al Volturno dove altri gruppi provenienti da tutt'Italia convergeranno per confermare come San Rocco sia ancora oggi un baluardo della fede, esempio di carità, amore e umiltà. I soci del sodalizio acquarese, sorto qualche mese addietro, hanno già avuto il privilegio, in pratica all' esordio come associazione, di portare a spalla, durante la solenne annuale processione che si tiene in quel di Roma, la statua di San Rocco. Questo dovrebbe convincere chi oggi si pone in posizione critica che il cammino spirituale dell'Associazione con ogni probabilità è iniziato con il piede giusto. Il resto non conta. Punto di riferimento per i fedeli e non di Acquaro deve continuare ad essere la carità che l'"amico" San Rocco ha elargito senza risparmio nei confronti del prossimo.

 

Nando Scarmozzino

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.