La Cgil al fianco degli studenti

Appello alla Regione affinché risolva in tempi brevi la situazione.

Il Quotidiano del 4 Febbraio 2014

Il rincaro sul trasporto scolastico che da qualche giorno sta suscitando reazioni e manifestazioni da parte degli studenti e delle loro famiglie, continua a tenere banco.

Dopo il segretario provinciale dei Giovani Democratici Luigi Tassone e il delegato Scuola e Politiche Giovanili della segreteria provinciale Pd Giuseppe Nesci, ora anche la Cgil locale, attraverso un comunicato, si schiera a fianco degli studenti. «Il clima di disagio e di forte preoccupazione che stanno vivendo gli studenti e le rispettive famiglie di Acquaro e paesi limitrofi ci porta ad una profonda riflessione su quello che la politica vuole fare di questo territorio. Un territorio profondamente penalizzato, deufradato e quotidianamente violentato».
A parere dell’organizzazione sindacale «ancora una volta vengono pesantemente mercanteggiati quelli che sono i diritti fondamentali dei cittadini, in primis il diritto allo studio. Infatti dopo aver pesantemente tagliato gli incentivi - cui spesso trovavano minimo sollievo le famiglie degli studenti sull’acquisto di libri e materiali scolastici, impone adesso costi insostenibili anche sul trasporto». Quello che più rammarica è che «in un paese civile e democratico non si può pensare di far cassa sui servizi ai cittadini. Il diritto allo studio è per un paese civiltà e progresso».
I rappresentanti della Cgil non esitano a scagliarsi contro «la politica che è al governo di questo territorio che non si fa carico dei problemi che quotidianamente vivono la stragrande maggioranza delle famiglie calabresi. Un aumento incontrollato dei costi di trasporto scolastico ha generato negli studenti di questo territorio una profonda rabbia e amarezza che li ha portati a manifestare con forza il disagio e i sacrifici che quotidianamente i loro genitori subiscono, mentre con difficoltà, ma responsabilmente, cercano di dare un futuro migliore ai propri figli».
Nel concludere, la Cgil sollecita la regione a e gli enti del Vibonese «ad un impegno maggiore per una risoluzione a breve della problematica affinché un diritto fondamentale in una società civile non venga deufradato».

Giuseppe Parrucci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.