Acquaro, a scuola con… i pinguini

Terzo giorno al freddo per i piccoli allievi della Primaria e dell’infanzia.

L'Ora della Calabria del 28 Gennaio 2014

Sarà stato un difetto di comunicazione con la ditta fornitrice del combustibile, la domenica in mezzo, un guasto all’impianto o altro, sta di fatto che, da diversi giorni, proprio in un periodo in cui si sono abbassate drasticamente le temperature, l’edificio che ospita le scuole primaria e dell’infanzia è completamente al freddo, con la conseguenza che molti genitori hanno preferito non mandare i propri figli a scuola e mantenerli al caldo a casa.

Il primo giorno, per così dire, della nuova “era glaciale”, si è verificato già venerdì scorso, quando ci si è accorti che i radiatori erano gelidi, ma, avute rassicurazioni sul fatto che a breve la complicazione sarebbe stata risolta, le lezioni sono continuate ugualmente sino all’orario previsto. Il giorno dopo, tuttavia, il problema si è ripresentato perfettamente uguale e stavolta, però, i bambini sono stati fatti uscire anticipatamente alle 11, con circa due ore di anticipo rispetto all’ora stabilita, autorizzati, a quanto abbiamo appreso, dal vicesindaco Saverio Viola, il quale avrebbe rassicurato ulteriormente che il problema era in fase di soluzione. Passata la domenica, tuttavia, siccome per saggezza popolare non c’è due senza tre, il giorno successivo “i pinguini” si sono ripresentati all’istituto di corso Umberto I nuovamente, con la differenza che, stavolta, come detto, molti dei genitori (quelli dei bambini dell’asilo tutti), per evitare che i loro figli corressero il rischio di beccarsi l’influenza, hanno evitato di accompagnarli a scuola, lasciando le aule semideserte, mentre quelli più temerari hanno presto cambiato idea e sono andati a riprendersi i pargoli a metà mattinata, alle 10.30. Lo stesso orario, pressappoco, in cui è stata data parola che, stamattina, il problema sarebbe stato risolto con l’arrivo, finalmente, dell’autocisterna con il combustibile necessario ad alimentare la caldaia. In ogni caso, comunque, molti genitori, preferendo eludere ai loro bambini l’incognita di trascorrere un’altra mattinata al freddo gelido di questi giorni, sia pure se in compagnia dei simpatici uccelli polari, avrebbero manifestato l’intento di tenersi un altro giorno a casa. Se così dovesse essere il normale corso delle lezioni, per la felicità dei pargoli che hanno guadagnato un altro giorno di vacanza ed un po’ meno per mamma e papà, che, al contrario, hanno dovuto provvedere a riorganizzare i loro impegni quotidiani, potrebbe riprendere solo domani. Sempre che non si verifichino altri inconvenienti…

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.