Caro autobus, trovata la soluzione

Acquaro, il sindaco annuncia la riduzione del biglietto del bus navetta.

L'Ora della Calabria del 18 Febbraio 2014

Alla fine si sono detti soddisfatti, i cittadini della frazione Piani di Acquaro, incontrati ieri pomeriggio dal sindaco Giuseppe Barilaro in ordine alla protesta sul caro trasporti delle scorse settimane.

Una protesta determinata dall’aumento spropositato, da 54 a 71 euro (fascia chilometrica da 30 a 40 km), da parte della regione delle tessere di viaggio che, care per tutti gli studenti di Acquaro, determinava un salasso ulteriore per le famiglie della frazione che, non essendo servita da autobus di linea, dovevano pagare ulteriori 30 euro per la navetta predisposta dal comune. Una protesta nella protesta, quindi, quella degli abitanti di Piani, che avevano esposto le loro lagnanze anche durante l’incontro dello scorso 6 febbraio, promosso dallo stesso Barilaro, con l’assessore al ramo Luigi Fedele, ottenendo da questi la promessa (oltre a quella, più in generale, del congelamento dell’aumento previsto per gennaio 2015, ma non della riduzione di quello già in atto) che si sarebbe discusso a giugno del collegamento della frazione montana, e dal sindaco la riduzione del costo navetta già da marzo e non dal prossimo anno scolastico, come inizialmente ipotizzato.
La comunicazione ufficiale, come anticipato, è stata data nell’incontro di ieri, svoltosi presso lo stabile che ospita le scuole, dove il primo cittadino ha informato i presenti dello sconto di 11 euro per tutti e non solo per le famiglie con più figli pendolari, che, così, andranno a pagare 19 euro a studente. Una riduzione che, corrispondente «al rincaro della tessera di linea», Barilaro ha ritenuto «opportuno fare alla luce quanto accaduto, andando a sopperire a quello che non eravamo riusciti a fare in regione». Per fare ciò, poiché l’appalto era già stato predisposto, si dovrà intervenire sul prossimo bilancio di previsione, andando a recuperare altrove le risorse derivanti dalla minore entrata conseguente allo sconto. Sconto che sarà operativo da marzo a fine anno scolastico, mentre «per l’anno venturo ci rivediamo a giugno, sia per incalzare la regione sulle promesse fatte, sia per riorganizzare il servizio alla luce delle risorse a disposizione». Sul finale è stato richiesto al sindaco il suo appoggio su un altro fronte, già emerso nei precedenti incontri, ossia quello di verificare presso la Gbv se nell’attuale tratta siano compresi dei percorsi non più utilizzati (per intenderci, se siano ancora compresi i chilometri necessari agli autobus per arrivare da Dinami, visto che attualmente vengono parcheggiati in paese) e la possibilità di ritornare al vecchio tragitto, passando da Piscopio e non dall’autostrada, circostanza che permetterebbe di abbassare chilometri e tariffa. Anche in tal caso, piena disponibilità di Barilaro, che ha invitato i presenti a costituire un comitato ed a fare una richiesta scritta alla ditta, per poi agire a seconda della risposta di quest’ultima. Soddisfatti, si diceva «ma lo saremo completamente - hanno dichiarato in coro in chiusura - solo quando la Gbv arriverà sin qui».

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.