Acquaro, un nuovo look per la chiesa parrocchiale

Presentato ai fedeli il progetto di ristrutturazione interna.

L'Ora della Calabria dell'1 Marzo 2014

Sarà una chiesa totalmente nuova, quella che verrà fuori ad ultimazione dei lavori previsti dal progetto che, redatto in forma gratuita dall’architetto Maria Rosa Schiavello, è stato presentato venerdì scorso ai fedeli di Acquaro dalla stessa, la quale, coadiuvata dalla proiezione di slide, ha spiegato gli interventi che si ha intenzione di cantierare.

Si tratta di un progetto che, per come ha spiegato in premessa il parroco, don Saro Lamari, presentato anni addietro all’attenzione del vescovo, lo ha approvato ed ora attende la convalida della commissione diocesana.
Completamente rinnovato risulterà l’interno della struttura di culto, a partire dall’altare principale, di cui saranno eliminati i gradini, mantenendone uno solo per l’accesso al tabernacolo, mentre per ciò che concerne la scalinata che dà all’abside, si lasceranno tre gradini al centro, esattamente come appare ora, solo che al posto delle strutture laterali in legno, verranno create due sporgenze in muratura arrotondate ed esteticamente più gradevoli. Proseguendo dall’altare verso l’uscita, verranno eliminate le nicchie dei santi Rocco e Francesco e gli altari secondari alla base delle prime due grandi arcate laterali, dove, sormontate da dipinti ritraenti il mistero mariano, sorgeranno degli spalti atti a far accomodare i fedeli. Nelle due arcate centrali, invece, troveranno posto una grande nicchia/altare che accoglierà il patrono San Rocco, sulla destra, e, sul lato opposto, la fonte battesimale, spostata dall’entrata in un punto consono. Nelle due ultime arcate, indi, si hanno in previsione due moderne camere confessionali, al di sopra delle quali alloggeranno, a sinistra, le statue di San Pasquale, Sant’Antonio e San Francesco e, a destra, invece, il trittico, con l’Addolorata, San Giovanni ed il crocefisso del ‘600. Interamente stravolta l’entrata, dove sarà eliminata la vetrata in alluminio e creata un’unica grande vetrata centrale ai cui lati si realizzeranno due specie di stanzette, una, nell’angolo che attualmente ospita la fonte battesimale, adibita ad ufficio del parroco, e, al di sopra, un soppalco/ripostiglio, l’altra, sulla sinistra, la nuova scala a chiocciola d’accesso alla balconata del coro. Due porte, inoltre, consentiranno l’accesso da questi nuovi siti alla chiesa.
Come si può immaginare si tratta di un progetto ambizioso e, in generale, favorevolmente accolto dai presenti. Ma, «quanto costa?», è stata la prima domanda posta. Mancano ancora dei dettagli per saperlo di preciso. Quello che, invece, si sa già è che, al di là della richiesta di contributi ai vari enti, sarà completamente a carico della parrocchia che, quindi, lo realizzerà gradatamente, man mano che avrà reperito le risorse per i singoli lavori. Si attendono sviluppi.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.