Ora Benoit mira al titolo tricolore

A Torino Manno batte ai punti l’esperto Lo Faro e punta a riprendersi la cintura.

Il Quotidiano del 3 Marzo 2014

Ancora una vittoria per Benoit Manno.

Il pugile acquarese, venerdì scorso ha infatti battuto largamente ai punti lo sfidante Giuseppe Lo Faro, di origine siciliane, sette anni più grande di lui e con una comprovata esperienza alle spalle. Un match sulle sei riprese che si è presentato decisamente interessante viste le ambizioni di Manno che spera di poter riconquistare quanto prima il titolo italiano dei superpiuma. Titolo che Manno ha difeso per ben due volte e successivamente abbandonato a causa di un infortunio. Quanto al mach del 28 febbraio scorso, organizzato da Florian Manno (fratello del pugile) e sponsorizzato dalla “Your Trainers Group”, il palazzetto “Le Cupole” di Torino ha registrato la presenza di oltre cinquecento spettatori ai quali Manno ha regalato uno spettacolo non indifferente nonostante fosse inattivo da ben cinque mesi.
«Il match non è stato quello che ci aspettavamo», ha commentato subito dopo l’incontro Benoit Manno, il quale ha dovuto anche concentrarsi nella ricerca dell’avversario il quale, diversamente da quello che è in genere il suo costume, non ha attaccato per nulla. Di conseguenza Manno è riuscito sin dalle prime riprese a prendere il tempo all’avversario siciliano rendendo vana ogni sua azione e costringendolo a tirare i remi in barca. «Ho dovuto snaturarmi perché ho dovuto attaccare invece di giocare di rimessa come mio solito», spiega Manno il quale alla quarta ripresa è riuscito ad infliggere il suo montante mancino al fegato che ha mandato al tappeto Lo Faro. Una mossa accolta con grande entusiasmo dai sostenitori del pugile vibonese pensando che Lo Faro non si sarebbe più alzato. Invece il pugile siciliano con grande orgoglio è riuscito a rimettersi in piedi e a continuare il match fino alla fine, nonostante continuasse ad incassare una serie di combinazioni al viso e al corpo. Manno, nelle riprese successive, ha infatti accelerato il ritmo disputando l’ultima ripresa con maggiore scioltezza. Verdetto unanime quello dei giudici di gara che hanno aggiudicato una meritata vittoria ai punti al boxer acquarese. Come sempre all’angolo di Manno sono stati fondamentali le presenze del suo maestro Bruno Vottero, del preparatore mentale Andrea Pirrello e del fratello Florian, che ha dimostrato grande professionalità nell’organizzazione del match.
«Mio fratello - dice Benoit - ha un futuro come organizzatore. Riesce a divincolarsi come un vero e proprio manager». La vittoria incassata gli consentirà di combattere a breve per il titolo italiano, anche se Manno ha gli occhi puntati su traguardi più ambiziosi. Il suo procuratore, dopo l’incontro di venerdì, gli ha garantito e confermato che è già in moto per l’organizzazione di questo evento. Il che significa che Manno, già il mese prossimo, potrebbe risalire sul ring per una nuova sfida. La riconquista del titolo italiano infatti gli permetterà di tentare al titolo Europeo che a sua volta potrebbe introdurlo in ambito mondiale.

Giuseppe Parrucci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.