Radunati ad Acquaro nel nome di San Rocco

 

L'Ora della Calabria del 6 Marzo 2014

Nell’attesa dell’arrivo, il prossimo mese di agosto, le reliquie del santo patrono ad Acquaro, l’associazione europea “Amici di San Rocco” è attiva nella promozione di iniziative rivolte alla diffusione della figura del santo e del suo insegnamento caritatevole.

Così, dopo il ritiro a Capriati al Volturno della fine di febbraio, un nuovo appuntamento simile è previsto per il prossimo 20 gennaio ad Acquaro, dove i gruppi e le comunità calabresi che venerano il taumaturgo di Montpellier si ritroveranno insieme in un ulteriore ritiro spirituale e di formazione. Il programma prevede, alle 15:30, il ritrovo presso la chiesa matrice, dove un’ora più tardi si svolgerà la riunione con i gruppi/catechesi e, dopo la successiva recita del santo rosario e la celebrazione eucaristica, ci sarà una processione del santo lungo corso Umberto. Alla manifestazione saranno presenti il parroco della comunità, don Rosario Lamari, il responsabile regionale dei gruppi calabresi, Arcangelo Carrì, i responsabili provinciali (Giuseppe Parrucci, responsabile per le province di Vibo Valentia e Catanzaro nonché presidente del gruppo di Acquaro; Luigi Napoli provincia di Reggio Calabria; Mario Derenzo, provincia di Cosenza; Michele Raspaed provincia di Crotone) ed il procuratore generale dell’associazione, nonché custode delle sacre reliquie di San Rocco, fratel Costantinio De Bellis, che ha approfittato dell’occasione per mandare un messaggio di saluto e benvenuto ai fedeli dei gruppi e delle comunità devote a San Rocco che si ritroveranno all’appuntamento di spiritualità di Acquaro. Nel messaggio fratel Costantino, parla della spiritualità per il cristiano come il suo «continuo contatto con Dio e il suo amore infinito, una fiamma che va sempre alimentata affinché arda nel più profondo del nostro essere e la sua luce brilli sino ad illuminare il cammino verso il Padre». In questa prospettiva inserisce la spiritualità di San Rocco, la quale, «alimentata sicuramente da una preghiera costante, coincideva con la sua stessa vita donata agli altri, una spiritualità di amore incondizionato a Dio nell’amore di donazione al prossimo». Ed è proprio sull’esempio di San Rocco che fratel Costantino De Bellis «invita tutti i direttivi, i gruppi e le comunità della regione Calabria degli “Amici di San Rocco” al ritiro spirituale del 20 marzo presso la chiesa matrice di Acquaro», ricordando ai partecipanti che si tratta di «un importante momento di confronto tra gli “Amici di San Rocco”, per favorire un migliore cammino spirituale personale e dell’Associazione tutta, per una maggiore comunione tra i gruppi sparsi in tutta Italia e il loro Procuratore e Padre Guardiano, per realizzare quella preghiera che sgorgò dal cuore stesso di Gesù, vittima e pastore per il suo popolo: “Ut unum sint”, affinché siano una cosa sola».

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.