Acquaro ancora senza medico

Nessuna nomina nonostante la graduatoria dell’Asp sia pronta da gennaio.

L’Ora della Calabria del 19 Marzo 2014

Continua a creare ansia la questione del medico di base ad Acquaro, dove i pazienti del defunto dottor Giuseppe Crupi aspettano da agosto scorso la nomina di un sostituto, arrivando, alcuni, a minacciare una nuova azione di protesta, dopo quella dello scorso settembre, qualora non si abbiano notizie certe sui tempi di adempimento.

Tempi che, sebbene annunciato con approssimazione, si stanno dimostrando lunghi, prolungando, quindi, i disagi degli assistiti, i quali, nonostante abbiano garantita l’assistenza presso gli altri 5 medici dell’ambito, lamentano attese ampie e difficoltà di varia natura. Così come gli stessi dottori, alcuni dei quali si trovano al limite degli assistiti consentiti dalla legge e, in più, devono dividersi tra i centri in cui prestano normalmente servizio ed Acquaro, dove garantiscono la presenza a giorni alterni. Sentita, sulla questione, la dottoressa Maria Dolores Passante, responsabile del procedimento, la stessa, non ritenendo particolarmente gravi i disagi, - «anche io – ci disse - ho dovuto fare la fila dal medico e non mi sono lamentata con nessuno» -, si era dimostrata particolarmente sicura del fatto che la trafila fosse a buon punto. Sicurezza che ci mise curiosità, al punto di andare a sbirciare sull’albo on-line dell’Asp, scoprendo, con stupore, che la delibera di approvazione della graduatoria (http://www.aspvv.it/documenti/AlboPretorio/4421.pdf), e la graduatoria stessa degli eventi diritto (http://www.aspvv.it/documenti/AlboPretorio/4461.pdf), ci sono già e risalgono al 24 gennaio 2014. Il documento (n° 94/c) porta la firma del commissario Maria Bernardi (oltreché dei direttori dei distretti di Serra, Giuseppe Grillo, e Tropea, Giuseppe di Bella) ed ha ad oggetto: “Approvazione, per trasferimento, graduatoria zona carente Mmg (medico medicina generale, ndr.) dei comuni di Acquaro e Zungri,”. Dieci le domande di trasferimento pervenute all’Asp, corrispondenti ad altrettanti medici che sono confluiti nella graduatoria approvata e concorreranno, per anzianità di servizio, ai suddetti posti disponibili. Si tratta di: Anna Maria Sorrentino (151 mesi di anzianità) e Giuseppe Fortevivo (38 mesi) che concorrono solo per Zungri; Maria Giuditta Bova, Zelia Fusino, Francesca Fusca e Donatella Fazio, concorrenti per entrambi i paesi con 31 mesi di anzianità ciascuno; Carmelo Damiani, 30 mesi, solo Acquaro; Giacobbe Bartone, 30 mesi, entrambi i paesi; Giuseppe Badolato e Nicola Pio Cortese, entrambi con 26 mesi e concorrenti per Acquaro/Zungri. Ad approvazione avvenuta, nella delibera si specifica che si autorizza «il direttore dell’ufficio cure primarie del distretto interessato al compimento di tutti gli atti di legge, successivi e conseguenti all’approvazione, per l’attribuzione della zona carente Mmg». Tradotto, se abbiamo ben compreso, alla nomina dell’avente diritto. Prendiamo atto dello stato dell’arte ma, pur capendo le lungaggini burocratiche, cosa ci vuole ancora per mettere il definitivo punto a questa pratica? Come si dice da queste parti: durasse tanto il terremoto!

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.