La scuola presa di mira dai vandali

Spiacevole sorpresa all’istituto “D’Antona”. Il sindaco scriverà al prefetto.

Il Quotidiano del 4 Giugno 2014

Vetri rotti, aule imbrattate, scritte offensive sulla lavagna contro il Dirigente scolastico e i professori. E’ questa la pessima sorpresa trovata ieri mattina, alla riapertura della scuola, dal personale e dagli al unni dell’Istituto comprensivo “G. D’Antona” esattamente del plesso scolastico della frazione Piani.

Quasi sicuramente nel corso nella notte, infatti, ignoti hanno infranto i vetri di porte e finestre dell’intero edificio situato in Contrada Marzano.
Un vero e proprio atto di vandalismo che, tuttavia, non finisce qua. All’interno della scuola, infatti, sono stati imbrattati muri e tavoli delle aule con uova che probabilmente hanno utilizzato per una sorta di tiro a segno. Inoltre scritte ingiuriose, nei confronti di insegnati e della preside, sono state rinvenute sulle lavagne.
Un gesto di inciviltà, gravissimo e ingiustificabile, senza alcun senso se non quello di danneggiare un bene pubblico la cui manutenzione ricade come al solito sulle tasche dei cittadini, comprese quelle dei genitori degli “ignoti ragazzi vandali”. Infatti da quanto potuto constatare il raid compiuto ai danni della struttura quasi sicuramente è da addebitarsi a una bravata di ragazzini, forse alunni della stessa scuola.
Non è la prima volta che la struttura scolastica della frazione montana, che ospita la scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, viene presa di mira dai vandali, di conseguenza il primo cittadino Giuseppe Barilaro ha fatto presente che a breve incontrerà il prefetto di Vibo Valentia Giovanni Bruno per riferire in merito. D’altronde «il perpetrarsi di questi atti vandali a danno della scuola di Piani ci preoccupano parecchio - ha evidenziato con amarezza. - Tali gesti segnano senz’altro momenti di inciviltà e offendono il buon nome dell’intera comunità». Ed infine: «ln questi giorni - ha concluso il sindaco - incontrerò il prefetto e a lui rappresenterò questa spiacevole situazione che si è venuta a creare nel nostro paese».
Nella mattinata di ieri, sul posto, oltre agli uomini dell’Arma, si è recato, su incarico del sindaco, anche il consigliere comunale Salvatore Galati (ex carabiniere ora in pensione) che ha effettuato un sopralluogo in tutte le aule visitate dai vandali. Questi non ha potuto fare altro che constatare personalmente il notevole danno arrecato alla struttura.
Alla luce di quanto accaduto c’è da dire che anche se il danno sarà tempestivamente ripristinato rimane comunque l’amarezza e la delusione per il comportamento e l’educazione delle nuove generazioni.
Un problema che non è prettamente scolastico, ma che riguarda l’intera società. Chi ha compiuto un simile gesto non solo ha arrecato un grave danno alla scuola ed alla comunità, ma ha lasciato un pessimo segnale di inciviltà, che ovviamente non appartiene alla gente di Acquaro.

Giuseppe Parrucci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.