Il Pd alla ricerca di difficili equilibri

Mirabello ha discusso con gli iscritti anche dell'ingresso di Barilaro.

Gazzetta del Sud del 26 Gennaio 2015

Nessuno ha la bacchetta magica per risolvere i tanti problemi che limitano lo sviluppo della Calabria ma il neo consigliere regionale Michele Mirabello ha assicurato il suo impegno per porre al centro del dibattito le speranze e le criticità di questo territorio. Partecipato incontro, ieri, tra l'esponente del Pd e i cittadini, alla presenza dei componenti della segreteria provinciale Vitaliano Papillo e Sergio Rizzo.
A introdurre i lavori Cosmina Silipo, del locale circolo del Pd, la quale, esposti i numerosi problemi del territorio (sanità, viabilità, emigrazione, rifiuti tossici interrati, trasporti pubblici, con tariffe alle stelle ed i maggiori disagi della frazione Piani che non ne è raggiungibile), ha chiesto all'esponente politico di farsene carico, mentre, accennando alla situazione locale, ha parlato di un «paese che necessita di buona politica, non clientelare e personalistica, e di amministratori che guardino agli in teressi di tutti e non a quelli propri».
Giuseppe Galati, storico esponente della sinistra acquarese, ha elogiato Oliverio, «persona seria in grado di iniziare un'inversione di tendenza» e, passando dai temi del decadimento della politica e della necessità di validi consiglieri regionali che rendano conto del loro operato agli elettori, ha spostato l'attenzione sulla campagna elettorale per le regionali, «laddove, mentre noi discutevamo di questioni serie, altri - con riferimento al sindaco Barilaro, che, fuoriuscito dall'Udc, ha appoggiato Mirabello - parlavano di chi poteva portare più voti al Pd. I voti del Pd di Acquaro sono voti del circolo, gli altri sono aggiuntivi. Noi non li possiamo impedire, ma abbiamo sempre rifiutato i voti del sindaco, come non vogliamo lui nel partito».
Ringraziati i presenti, Michele Mirabello ha messo sul banco le importanti cose realizzate in due soli mesi (riduzione stipendi dirigenti, enti in house), nonostante si guardi solo al ritardo nella formazione della giunta.
Successivamente, pur riconoscendo le problematiche prospettategli, ha delineato una situazione difficile che non consente di risolverle in una settimana o un mese.
Sull'appoggio di Barilaro, parlando di «apparenti contraddizioni», ha riferito che la vittoria del progetto alle regionali, e quindi anche la sua, «è frutto del lavoro dei circoli e di forze che prima non ci votavano ed ora si sono aggregate a tale progetto e che io devo ringraziare per il contributo. Che poi a livello locale vi sia una differenziazione, è un'altra questione. Ma questo accade anche altrove in provincia, dove troviamo iscritti al Partito democratico anche in due o tre liste diverse. Sarebbe da evitare ma non sempre è possibile. Dopodiché è chiaro che in questa realtà locale il Pd ha un progetto politico e seguirà quello. Per quanto riguarda il mio ruolo istituzionale, ritenetemi a completa disposizione per ogni problematica si presenti».

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.