La Regione avvierà un confronto con le ditte di trasporto vibonesi

Nessun passo indietro sugli aumenti ma la questione sarà riaffrontata.

Gazzetta del Sud del 17 Febbraio 2015

Ha dei risvolti in parte già visti e in parte nuovi l'incontro tra gli studenti, gli amministratori locali e l'assessore regionale ai trasporti Nino De Gaetano, favorito giorni addietro dal sindaco di Acquaro Giuseppe Barilaro per vagliare la possibilità d'intervento sui rincari agli abbonamenti di viaggio.
Il "dejà vu" riguarda l'impossibilità di retrocedere sui rincari già partiti. Quello che non si sapeva, e su cui ci potrebbero essere interessanti novità, è che oltre all'aumento per il 2016 ve ne era in previsione un altro per quest'anno. Un ulteriore 10 per cento che in cifra totale equivale alla bellezza di 6 milioni di euro, recuperare i quali non è poco.
Tuttavia si sono aperti degli spiragli. Alla presenza di una delegazione di studenti, dei sindaci di Gerocarne e Spilinga, Vitaliano Papillo e Franco Barbalace, del vicesindaco di Acquaro, Saverio Viola, di una rappresentanza del Pd dello stesso centro e del consigliere regionale Michele Mirabello, l'assessore De Gaetano, ascoltati gli interventi, ha infatti preso l'impegno di aprire un tavolo di confronto con le ditte della provincia di Vibo (già fatto, positivamente, per alcuni centri di Cosenza) per chiedere il blocco del suddetto rincaro, in attesa del piano di riordino dell'intero settore, che, previsto per il prossimo anno, annuncia tariffe sociali per studenti e cittadini con particolari requisiti, revisione di orari e tratte, con l'inserimento di nuovi percorsi ferroviari e la salvaguardia di quelli (Paravati e Tropea) messi in dubbio di recente, e, rivoluzione totale, la divisione del territorio regionale in cinque bacini d'utenza (uno per provincia), da affidare ognuno a una sola ditta (probabilmente la più grossa o un consorzio di aziende), in modo da avere un unico interlocutore per bacino.

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.