Padre Spagnolo presenta il breviario di Fratel Cosimo

Momenti di riflessione.

Il Quotidiano del 6 Marzo 2015

"Breviario di fratel Cosimo" è l'ultimo, in ordine di tempo, libro dato alle stampe, per i tipi della San Paolo, da padre Rocco Spagnolo, acquarese, attuale Superiore dei Missionari dell'Evangelizzazione, associazione fondata da padre Vincenzo Idà (nato a Gerocarne nel 1909 e morto ad Oaxaca, in Messico, nel 1984), il cui processo di beatificazione e canonizzazione è iniziato nel mese di dicembre 2014.
Un "ritorno", quello di padre Rocco Spagnolo, che dopo lo scritto precedente dal titolo "Fratel Cosimo. Un bagno di luce", edito sempre per la San Paolo, nel 2013, ha voluto raccogliere brevi riflessioni di fratel Cosimo Fragomeni, terziario francescano, che dalla Madonna dello Scoglio, il santuario sito in S. Domenica di Placanica, oramai da anni compie quotidianamente la missione «di preghiera e di ascolto che il Signore gli ha affidato» - è l'affermazione di mons. Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace, nella presentazione del volume -. «365 per l'esattezza, queste riflessioni, quanto un anno intero, quindi una al giorno, per scandire il tempo nella meditazione e nella preghiera. Meditazione, appunto, di cui oggi l'umanità - evidenzia l'autore - ha così tanto bisogno per non lasciarsi "distrarre", allontanare cioè dalla preghiera. Insieme alle "riflessioni" in questo libro padre Rocco Spagnolo "offre" al lettore, credente e non, le preghiere di fratel Cosimo, alcune giaculatorie «che ti aiuteranno - scrive - ad essere un cristiano fervente». Diventa, pertanto, forte e quasi si trasforma in ammonimento il consiglio che il Superiore dei Missionari dell'Evangelizzazione (con sede a Terranova Sappo Minulio, in provincia di Reggio) distribuisce senza limiti o confini quando dice che il "Breviario" altro non è che «un sussidio che aiuterà la tua mente, forse poco abituata alla meditazione. Inoltre, sarà un pratico strumento per avere una conoscenza più solida del carisma religioso, nato dall'esperienza di fratel Cosimo». Comportarsi di conseguenza non farà sembrare «né un esibizionista, né un - assicura padre Rocco - bacchettone».
Sarà, ognuno, «controcorrente». Nel senso che «mentre tutto congiura contro la spiritualità e la preghiera, tu leggerai il "Breviario di fratel Cosimo e reciterai il Rosario. Sarà fratel Cosimo - spiega l'autore - che continuerà ad ammaestrarti attraverso le pagine di questo libro, consentendoti di vivere la spiritualità dello Scoglio».
Della spiritualità dello Scoglio padre Rocco Spagnolo è attento conoscitore e testimone inappuntabile da diverso tempo di tutto ciò che accade. Con questa opera egli traduce sulle pagine scritte una necessità. Quella, esattamente, di un testo che «potesse sostenere la riflessione avvertita da molti».
E nel "Breviario" gli spunti sono tanti e per ognuno di noi. Tutti, poi - ed è l'impianto su cui si sorregge il libro -, raccomandano di "imitare" fratel Cosimo, che padre Rocco non esita a definire un «cireneo, che porta insieme a Cristo la pesante croce», e che «non è un ideologo o un sognatore. Non conosce supponenze. Si china su quelli che il Signore affida alla sua sollecitudine».
La sua è «una evangelizzazione - chiosa padre Rocco - silenziosa, quanto necessariamente insostituibile». Un libro, questo di padre Rocco Spagnolo, da tenere sempre con sé, per leggerselo in tram, in treno, in aereo, oltre che in casa o dovunque si scelga. Purché lo si faccia.

Nando Scarmozzino

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.