Per domani sera in programma la Via Crucis vivente

Proposta dai giovani.

Il Quotidiano del 28 Marzo 2015

Sarà un momento di intensa preghiera e di profonda riflessione la "Via Crucis Vivente" organizzata dal Gruppo Giovanile Acquarese.
La sacra rappresentazione, che sarà messa in scena domani, Domenica delle Palme, con inizio alle ore 21, da questo gruppo formatosi in maniera spontanea circa un mese addietro per riprendere le tradizioni più significative, ha una connotazione precisa nel silenzio con cui dovrà essere vissuta dalla gente.
I circa 50 tra figuranti e attori, infatti, non reciteranno, ma resteranno in silenzio, solo comparse.
Un commento puntuale, tuttavia, espressivo e chiarificatore, aggregante e diretto alle coscienze, verrà fatto da voci fuori campo (Claudio Inzitari, Giuseppina Maiolo, Maria Rosaria Anzoise) per ricordare e sottolineare la storia di Cristo.
Una manifestazione, quindi, che anche dal punto di vista organizzativo e scenografico ha richiesto impegno e abnegazione da parte di tutti i partecipanti, pronti a calarsi nella loro parte con sincero sentimento religioso. Curati, poi, per la buona riuscita dell'evento, i minimi particolari.
A cominciare dalla realizzazione dei costumi e dalla scenografia, che sono stati affidati a Tony Rosano, Franco Zappone e Franco Demasi, mentre al trucco ed alla regia ha messo mano Giuseppe Parrucci. Tra fede e tradizione la sacra rappresentazione percorrerà quattordici "stazioni", iniziando da piazza Municipio e terminando l'intenso e doloroso percorso in contrada Coccalo dove si svilupperanno alcune delle scene più drammatiche e memorabili della passione e morte di Gesù Cristo. Che sarà interpretato da Antonio Imeneo. Tutto è pronto, dunque, per questa prima edizione della ''Via Crucis" organizzata dal Gruppo Giovanile Acquarese, che punta a bissare il successo ed i consensi ricevuti con la realizzazione del Carnevale da parte della comunità locale, in mezzo alla quale cresce l'attesa per questo nuovo evento che si annuncia suggestivo e coinvolgente.
Dal canto suo il neo sodalizio non nasconde altre ambizioni. Per il futuro prossimo, infatti, questi intraprendenti giovani sembrano avere in cantiere altre iniziative. Tutte, comunque, punteranno nella stessa direzione, riscoprire e rivalutare, cioè, le tradizioni che in qualche modo sono state trascurate ma che fanno parte della memoria storica del paese. Dal teatro alla musica e quant'altro, il gruppo intende diventare un cantiere culturale.
Intanto, domani va in scena la riproposizione del dramma del Golgota, la "Via Crucis Vivente", patrimonio popolare che le attuali generazioni acquaresi non sembrano avere dimenticato e che sentono come proprio e identificativo, capace di superare ogni frammentazione. Insomma, un appuntamento imperdibile per i fedeli e non solo per loro.

Nando Scarmozzino

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.