Rilancio del territorio con il metodo del confronto

Il programma della lista "Liberi per Acquaro" che candida a sindaco l'uscente Giuseppe Barilaro.

Gazzetta del Sud del 7 Maggio 2015

Con lo slogan "Scegli di vincere", il capolista di "Liberi per Acquaro", l'uscente Giuseppe Barilaro, ha aperto la sua campagna elettorale, con un programma che sembra partire dall'intento di fare outing, con quel richiamo all'avvio di un'«autocritica sui nostri primi cinque anni, utile a non ripetere gli errori commessi».
Una pratica, quella di guardare criticamente al proprio operato, con la quale Barilaro prova a conquistare anche il voto degli indecisi. Per i prossimi cinque anni, il sindaco uscente propone «il confronto e la partecipazione», poiché «è necessario che il comune torni a essere la casa di tutti i cittadini».
Interessante l'intenzione di riutilizzare «a vantaggio dei cittadini i tributi riscossi», come pure la proposta di «sgravio per studenti e lavoratori fuori dal nucleo familiare» e quella di un modello di «"Welfare" cittadino a contrasto del disagio di famiglie, anziani e disabili».
Il rilancio del territorio è ritenuto possibile «organizzando mostre ed eventi, finanziando attività ricettive» e incentivando «iniziative di ricerca e documentazione della memoria storica».
Per «creare una biblioteca comunale» vi è l'idea di risistemare il vecchio mercato coperto, ripartecipando al progetto "6000 campanili", mentre, l'intenzione di aderire ad un bando del Parco delle Serre ha il fine del «ripristino e valorizzazione delle fontane storiche».
Al cimitero si tenterà «di realizzare nuovi loculi e cappelle» e di creare una «chiesetta, recuperando l'inagibile cappella della confraternita».
Spazio anche per lo sport (ripristino impianti esistenti e liberalizzazione palestra comunale), i giovani, (promozione di forme di collaborazione e incentivazione del senso d'appartenenza), e la scuola (iniziative per mantenere il locale Alberghiero, incentivare il dialogo con l'istituto comprensivo e realizzare una linea di trasporto per gli studenti di Piani). Un «cambiamento epocale» è considerato l'«avvio della metanizzazione, che ci vedrà attori, e non semplici comparse».
Rimanendo, poi, «sempre aperti alle vostre proposte per migliorarci», si punta, ancora, al risparmio energetico, con l'illuminazione pubblica a led.
Un parco giochi sarà realizzato a Piani e, per valorizzare l'agricoltura, si pensa allo «sviluppo di attività produttive sostenibili» e al «recupero di percorsi interpoderali».
La realizzazione di una zona commerciale e la rivalorizzazione del centro storico, infine, chiudono il programma nello specifico settore dei lavori pubblici.

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.