La minoranza al sindaco Barilaro: «Saremo corretti ma implacabili»

Dopo l'annuncio pubblico di una querela contro il consigliere Scarmozzino.

Gazzetta del Sud del 28 Gennaio 2016

Non si sono ancora per niente sopiti gli strascichi sulla vicenda dell'approvazione dell'assestamento di bilancio e, trascorso qualche giorno di riflessione, giungono le reazioni della minoranza in ordine all'ultimo consiglio dalla stessa richiesto - in cui la maggioranza ha respinto le richieste di annullamento in autotutela di due provvedimenti approvati in una precedente seduta - e sulla paventata minaccia di querela da parte del sindaco Barilaro nei confronti di Francesco Scarmozzino ('72) (per un "legittimo dubbio" dallo stesso avanzato su una delibera di giunta), ufficializzata nei giorni scorsi con un'autorizzazione a procedere rilasciata dalla giunta al primo cittadino.
Per quanto riguarda il punto di vista di Cosmina Silipo, «la minoranza, al contrario di ciò che dice il sindaco, è costantemente alla ricerca del dialogo nei luoghi preposti alla discussione e non sui social network», mentre, l'atto di richiedere l'annullamento dei provvedimenti citati dimostra la «solerzia dell'opposizione, mossa dall'intenzione di tutelare la gestione finanziaria dell'ente e gli stessi amministratori che hanno approvato quegli atti, nonostante si fosse incorso nella violazione delle norme di riferimento».
Più duro e diretto Francesco Scarmozzino ('72), secondo il quale «il sindaco Barilaro sbaglia di grosso se crede di poter amministrare senza che sia fatta opposizione. Per quanto mi riguarda, mi spiace deluderlo ma intendo svolgere in pieno e fino in fondo il ruolo che la legge mi impone come dovere civico, di vigilanza e di controllo su ogni singolo atto prodotto dall'amministrazione e non mi spaventano certo minacce di querele, vere o presunte che siano. Forse - prosegue l'esponente di opposizione - il sindaco ignora i più elementari dettami che regolano la democrazia, dove chi vince ha il legittimo diritto-dovere di amministrare e governare e chi perde l'altrettanto sacrosanto diritto-dovere di verificare e ispezionare. Da più parti - precisa - mi era stato suggerito di rivolgermi al prefetto per avere garanzie di una serena prosecuzione del lavoro d'opposizione. Non intendo certo disturbare il prefetto per simili inezie. Continuerò - conclude - a svolgere il mio ruolo con molta serenità: sarò corretto ma implacabile».

Valerio Colaci

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.