Isola ecologica e differenziata, nessuna ditta partecipa alla gara

I chiarimenti forniti non sono stati sufficienti a sbloccare la situazione.

Gazzetta del Sud del 12 Novembre 2016

Tutto da rifare per l'affidamento del servizio di spazzamento, raccolta, trasporto, recupero e conferimento dei rifiuti differenziati e per la contestuale gestione dell'isola ecologica creata ad Acquaro.
Alla Stazione unica appaltante della Provincia, infatti, che ha predisposto la relativa gara d'appalto, non è pervenuta nessuna domanda di partecipazione entro il termine previsto, che scadeva a mezzogiorno di mercoledì scorso.
Il bando, sulla base del progetto elaborato dall'ufficio tecnico comunale, era stato predisposto dalla stazione unica appaltante della Provincia lo scorso 19 ottobre e prevedeva un importo, col criterio del minor prezzo, di 148 mila euro, per un appalto di gestione biennale del servizio suddetto e dell'annessa gestione della da poco ultimata isola ecologica, realizzata presso l'ex campo sportivo della frazione Limpidi.
In corso di gara, a più chiara definizione del bando stesso, la Provincia aveva rivolto all'ufficio tecnico alcuni quesiti, relativi alla conoscenza dell'elenco del personale coperto da clausola di salvaguardia (un autista più tre operatori) e ai flussi mensili per tipologia di rifiuto relativi al 2015 (inesistente perché non c'era il servizio di differenziata, per cui sono stati trasmessi i dati mensili relativi all'indifferenziata).
Ma nemmeno questi chiarimenti sono serviti, poiché, appunto, alla data di scadenza della gara d'appalto nessuna ditta ha presentato domanda di partecipazione e, quindi, la stessa è stata dichiarata deserta e sarà da rifare. Inevitabile, quindi, uno slittamento per l'attivazione dell'isola ecologica e dei servizi connessi alla raccolta differenziata.

Valerio Colaci