Benoit Manno trionfa ancora

Il pugile acquarese stende lo slovacco Rafael e si avvicina al titolo leggeri.

Calabria Ora del 11 Maggio 2010

And the winner is… Manno. Vince ancora il pugile acquarese. Vince e convince Benoit che, sabato scorso, in quel di Torino, ha battuto lo slovacco Cristian Rafael (20 incontri all'attivo) nel suo sesto match valevole per il titolo italiano pesi leggeri, il cui orizzonte è sempre più a portata di mano. L'avversario originariamente previsto, l'ungherese Richard Szebelei, è stato sostituito all'ultimo momento, ma sarà lo scoglio da superare nell'incontro del prossimo mese di giugno.

In una serata sportiva che ha visto lo svolgersi di altri 10 incontri dilettanti Coppa Piemonte, il match è iniziato verso le 23 alla presenza di un folto pubblico che ha dimostrato di gradire lo spettacolo. Dopo una prima ripresa di studio reciproco, durante la quale il campione vibonese è riuscito a sferrare alcuni colpi diretti di sinistro, via con il secondo scoppiettante round, quello in cui ha iniziato a sciogliersi ed a fare breccia con combinazioni pungenti nella guardia dello slovacco. E' stata la ripresa considerata da "Ironmanno" (così viene appellato Benoit) la migliore, quella in cui, con l'onnipresente fratello Florian, ritiene di aver dato il meglio. «Florian - ha dichiarato - è al mio angolo fin dai miei primi combattimenti da dilettante e, match dopo match, acquisisce sempre più esperienza riuscendo a darmi consigli utilissimi. Così è stato al secondo round, in cui mi ha detto: "Boxa in scioltezza come tuo solito, solo con combinazioni, il ko verrà da solo, non cercarlo". «Cosi è stato». La seconda ripresa è un crescendo per un Benoit disinvolto, con Rafael sempre più in evidente difficoltà. Ciononostante, il terzo round inizia con molta cautela per il fuoriclasse vibonese che non è ansioso di concludere il match prima del limite. Ma, a metà ripresa, "Ironmanno" trova lo spunto per colpirlo con un'efficace combinazione di quattro colpi, che spingono l'avversario a cercare di chiudersi all'angolo per evitare il peggio. «Una mossa non riuscita - le parole di Benoit - e, appena l'ho visto scoprirsi, sono riuscito a mettere a segno un colpo risolutore al fegato, uno dei mici preferiti che ultimamente provo spesso in palestra, che lo metteva definitivamente giù». Una bella vittoria, dunque, per un campione che la provincia di Vibo sta iniziando a conoscere. Una vittoria che vale doppio, perché tra i dilettanti ha vinto anche un suo allievo (Benoit è anche allenatore), con sua grossa, duplice, soddisfazione. Ora Manno pensa al riposo agonistico in vista del prossimo incontro di giugno in Lombardia ed al titolo, che si fa sempre più vicino. Mancano ancora quattro o cinque mesi e almeno tre incontri con altrettante vittorie. Ma la stoffa non gli manca. «Aspetto anche con ansia - confessa con orgoglio - il momento di combattere nel mio paese d'origine: un evento, sono certo, che attirerà moltissimo pubblico». Ed Acquaro, Benoit, è ansioso di vederti combattere.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.