Si spegne la "luce" di Salimbeni

Il maestro dell' "abbinismo" è scomparso a 55 anni nella sua casa di Serrata.

Calabria Ora (Edizione di Reggio Calabria) del 29 Dicembre 2009

Depone pennello e tavolozza, definitivamente, il maestro Salvatore Salimbeni. Era noto e conosciuto come "Tata" pittore e scultore eccelso, si è congedato, per un male incurabile, da questo mondo che ha sempre visto e osservato con occhio d'artista, fissandolo su tele di raffinata bellezza, dove la luce illumina scorci tra realismo e illusione, tra realtà e sogno, tra ciò che è e ciò che vorremmo essere.

Originario di Acquaro, piccolo centro delle Serre, da anni si era stabilito a Serrata dove viveva con la sorella ed i nipoti. E' nella chiesa del piccolo centro che lascia affreschi sulla vita di San Pantaleone Martire. Accademico di merito dell' Accademia Internazionale di Pontzen, noto in concorsi e mostre sia in Italia che all'estero sempre accolto favorevolmente, tanto che oggi le sue opere sono presenti in collezioni private a Zurigo, Lugano, Tirana oltre che in Germania dove l'artista operò in giovane età. Sempre alla ricerca di quella luce che accarezza, che dona forme e colore, si esprime con un suo stile personale fino a creare un modo tutto suo di vedere e rappresentare il mondo in una tecnica definita "Abbinismo", che lui conia nel 1992 consistente nell'abbinamento di due tinte madri di cui uno è quasi sempre il bianco, il cui rapporto determina forme, volumi, spazi e luce, filtrando i colori in fantastiche trasparenze. Artista che vive la sua arte completamente e compiutamente in una serenità raggiunta sostenuta da una fervida fede cristiana che placa quello spirito eclettico sempre alla ricerca del nuovo. Ed è, quindi, conseguenza del proprio essere questo proiettare il proprio mondo, la propria serenità d'animo, in tele che racchiudono flash che solo l'occhio d'artista riesce a cogliere. Insuperabile nel rivivere il borgo di ciò che è stato per paesaggi e personaggi in spaccati di vita quotidiana, seppure antica. Affascinanti i nudi stilizzati per linee essenziali, senza colore, mai sgarbati. Serenità, questo importante messaggio emerge in ogni opera, nei tratti gentili dei personaggi, nei delicati gesti di figure materne, nell'assenza totale di vento ad agitare mari di pescatori. Si è spento a Serrata il maestro "Tata" a soli 55 anni, testimone autentico di luce mediterranea.


Salvatore Larocca

Ritaglio dell'articolo

Commenti   

mario kempes
# mario kempes 2010-05-11 15:50
Ricordo il tuo sorriso sempre e comunque.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
mario kempes
# mario kempes 2010-05-11 15:56
Il tuo sorriso sempre e comunque.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.