San Rocco conquista Melbourne

La devozione sbarca oltreoceano: grande festa degli emigranti di Acquaro.

Calabria Ora del 26 Ottobre 2009

Più di 15 mila. Sono i chilometri che separano Acquaro dall'Australia, da Melbourne, città dove vivono parecchie persone originarie del piccolo centro delle Serre. Eppure, né l'enorme distanza né il lento scorrere del tempo hanno scalfito l'immensa devozione dei tanti acquaresi d'oltreoceano verso San Rocco, il patrono del centro montano del Vibonese.

Il «nostro» Santo patrono, come essi stessi amano definirlo, che gli acquaresi della metropoli Australiana hanno portato nel loro cuore, insieme al carico di speranze e sogni da realizzare nella nuova terra, anche grazie al sostegno spirituale del santo di Montpellier. Così accade che, oltre a inviare un lauto contributo economico destinato alla buona riuscita della festa di agosto nel paese d'origine, ogni anno, ad ottobre, la terza domenica, la folta comunità acquarese di Melbourne tributa al santo una propria festa, organizzata dall'"Acquaro-Limpidi social club" che custodisce la statua di Rocco di Montpellier la quale, nel giorno stabilito, dopo la celebrazione di una santa messa, viene portata in processione, accompagnata da carabinieri in alta uniforme e dal gran concerto bandistico "Vincenzo Bellini", banda in cui hanno suonato, e lo fanno tuttora, diversi compaesani. Un'occasione rara in cui, ricreando l'atmosfera del paese di provenienza, vecchie e nuove generazioni si fondono in un tutt'uno in onore delle tradizioni religiose delle origini, nel culto di un santo, San Rocco appunto, considerato guaritore da ogni tipo di malattia e venerato in un gran numero di centri, soprattutto del meridione. Quest'anno la festa è stata celebrata domenica, in un luogo posto ad una trentina di chilometri da Melbourne, ed ha avuto come degna cornice una giornata risultata meravigliosa dal punto di vista meteorologico che ha consentito la partecipazione di un gran numero di devoti, alcuni dei quali hanno voluto condividere l'evento con i compaesani attraverso la "piazza virtuale" del paese, il guestbook del sito amatoriale (www.acquaro.net), luogo di incontro e di scambio tra gli acquaresi sparsi nei cinque continenti. Una festa, quella di San Rocco a Melbourne, dunque, per tenere degnamente viva la propria fede, unire le generazioni e dimostrare, al di là di ogni distanza e del tempo, il grande attaccamento verso il proprio paese, attraverso il mantenimento di una delle sue tradizioni spirituali più sentite.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.