L'acqua non è potabile

Il Comune ne vieta l'uso.

Calabria Ora del 16 Ottobre 2009

A distanza di appena 6 mesi da quando l'amministrazione Scarmozzino revocò l'ordinanza che, da oltre un anno, sanciva il divieto di utilizzo dell'acqua ai fini potabili, ci risiamo ed una nuova ordinanza stabilisce lo stesso divieto a decorrere dal 14 ottobre sino a nuova comunicazione.

L'atto si è reso necessario dopo l'invio, lo scorso 18 settembre di una nota da parte del servizio bio-naturalistico della Regione, il quale, in seguito all'analisi su alcuni campioni, aveva rilevato che i parametri microbiologici degli stessi non rientrano nei limiti previsti dalla norma. Una seria questione, strettamente legata al tema della tutela della salute collettiva, con cui negli ultimi anni gli acquaresi (ed in alcuni periodi anche gli abitanti della frazione Limpidi) hanno più volte convissuto, a causa della scarsa manutenzione dei serbatoi e delle condutture, manutenzione cui aveva deciso di mettere seriamente mano l'amministrazione guidata da Domenico Scarmozzino che aveva realizzato importanti lavori di bonifica e ristrutturazione dell'impianto idrico. Stavolta, tuttavia, pur volendo prendere in considerazione la malconcia rete idrica di Acquaro, la non potabilità sembra sia stata determinata da un guasto al sistema di potabilizzazione del centro di raccolta dell'Arpacal. Fatto sta, però, che per un motivo o per un altro, a farne le spese sono sempre i cittadini che si trovano nuovamente privati del diritto di bere l'acqua corrente e devono perciò acquistarla, arrivando a pagare il "prezioso", è il caso di dirlo, liquido a peso d'oro, visto che sono obbligati anche a corrispondere al comune il canone per il servizio idrico integrato anche se l'acqua non è potabile (pena, l'annunciato distacco dell'allaccio che dovrebbe partire a giorni). Ad essi non resta che attendere le attività di bonifica e sperare in analisi negative.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.