I colori della fede

Acquaro in festa per il Corpus Domini.

Calabria Ora del 16 Giugno 2009

L'artistica e antica pratica dell'infiorata, eseguita dai fedeli in vari paesi del mondo per onorare l'ostia consacrata nel giorno del Corpus Domini, sta prendendo piede anche ad Acquaro, dove, per il terzo anno consecutivo, alcuni volontari hanno realizzato, lungo via Santa Maria e nel piazzale della chiesa matrice, degli splendidi quadri costituiti da petali multicolore, foglie, segatura di legno e alluminio e fondi di caffè.

Elementi, questi, che usati come i colori della tavolozza di un pittore hanno permesso di dare forma, accanto ad angeli, colombe di pace, calici e sfere sacre, anche alle sagome di alcuni santi, come i compatroni San Rocco, Madonna dell'Assunta e Santa Liberata martire che, illuminati dal sole di una magnifica domenica hanno fatto da scenario ad una sentita giornata di festa. Pochi gli acquaresi che hanno preso parte al compimento della manifattura ma che, spinti dalla devozione, sono riusciti ugualmente, ed in poco tempo, ad eseguire un pregevole lavoro, con un grande sacrificio che li ha visti impegnati nella raccolta di foglie e petali dei colori che venivano via via a mancare, nello stesso pomeriggio di domenica, durante la realizzazione. Storicamente collegata alla celebrazione cristiana del Corpus Domini, l'infiorata è l'omaggio moderno dei fedeli ad un miracolo verificatosi a Bolsena (Vt) nel 1263, allorquando, ad un prete boemo miscredente fuoriuscì del sangue da un'ostia spezzata, sangue che macchiò la sua bianca tonaca. Tutti i credenti gridarono al prodigio e salutarono quel corporale, trasferito nel duomo di Viterbo, dov'è tuttora custodito, lanciando petali di fiori, in origine sparsi alla rinfusa. Oggi, la tradizione dell'infiorata è diventata un vero e proprio momento di arte sacra con la realizzazione di tappeti di fiori che sono dei veri e propri mosaici d'ammirare, il cui messaggio principale è l'invito ad ossequiare il passaggio della processione Eucaristica. Poco importa se, l'uscita dei fedeli dalla chiesa, subito dopo la messa celebrata da Don Sarò nel pomeriggio di domenica, ha prodotto la distruzione di quei lodevoli disegni. Il santissimo è stato onorato ed il messaggio dell'infiorata è stato rispettato appieno. L'appuntamento con la fantasia e la fede è rinviato al prossimo anno.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.