I cento anni di Antonino Galati

L'intera comunità in festa per l'inusuale ricorrenza. Accanto a lui i sei figli, i quindici nipoti e una delegazione comunale.

Il Quotidiano del 17 Dicembre 2008

Al giorno d'oggi non è facile arrivare alla soglia dei 100 anni, eppure a volte la vita sembra essere generosa come nel caso di Antonino Galati nato il 17 dicembre del 1908, il più piccolo tra 2 fratelli e 5 sorelle, padre di sei figli e nonno di quindici nipoti. Oggi, dopo una vita dedicata alla famiglia e al lavoro Antonino Galati spegnerà le sue 100 candeline.

A festeggiare il compleanno dell'anziano vecchietto oltre a familiari sarà presente una rappresentanza dell'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Domenico Scarmozzino. "Mastru Ninu", così chiamato in paese, nonostante la sua età avanzata ha ancora vivi nella mente molti ricordi, felici e tristi, del secolo che ha alle spalle, in particolare quei momenti vissuti durante la guerra di Resistenza in Africa 1937 dove partì come volontario riuscendo, fortunatamente a scampare alla morte e far rientro a casa. Sono infatti evidenti i segni del suo ferimento sul campo di battaglia dove ha perso due dita della mano e nel contempo ha visto cadere al suo fianco un suo caro amico e compaesano che ha perso la vita, colpito in quel momento dalle pallottole del nemico. Finita la missione di guerra ha fatto rientro a casa e nel 1940 si unì in matrimonio con Raffaela Stramandinoli con la quale "siamo stati e continuiamo ad esserlo un cuor solo e un'anima sola". Pur di mantenere e mandare avanti la famiglia Antonino ha svolto diversi lavori: prima come operaio di un frantoio, poi operaio del mulino di famiglia e in seguito ha voluto intraprendere l'attività di falegname che ha esercitato con entusiasmo fino a qualche decennio fa. Oltre al lavoro, Mastru Ninu, ha sempre avuto la passione per la lettura dei quotidiani e per i cruciverba e se non fosse stato per la diminuzione della vista da un paio di anni a questa parte avrebbe sicuramente continuato a fare. Infatti proprio il non poter fare quelle parole crociate per lui è una mancanza per la quale non sa darsi pace: effettivamente era diventato il suo unico passatempo della vecchiaia. Pertanto da oggi Antonino Galati entrerà nel libro dei centenari e varcherà la soglia di un nuovo secolo.

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.