Acquaro, la scuola calcio dell'altruismo

 

Calabria Ora del 7 Novembre 2008

Insieme per crescere meglio". Sembra essere questo lo slogan su cui si il fonda la nuova scuola calcio di Acquaro, presentata ufficialmente domenica nei locali della casa parrocchiale, in un clima d'entusiasmo palpabile verso un'iniziativa assurta a simbolo di rinascita sociale.

"La scuola è stata presentata dal presidente Nando Scarmozzino il quale, in una serata «di gioia, come quelle che si vivono in famiglia», ha ringraziato partecipanti e sponsor (Comune, Provincia, Bar Carmelo, Bar del Corso, Sisa), in particolare la Bcc di Maierato, «aperta alle iniziative che riguardano i giovani e senza il cui indispensabile contributo ciò non sarebbe stato possibile». Presentato lo staff direttivo, medico e tecnico, costituito in prevalenza dai genitori dei bimbi iscritti, Scarmozzino ha poi ricordato le soddisfazioni ottenute dalla vecchia scuola calcio ADA (Acquaro, Dasà , Arena), a livello provinciale e regionale. La parola è quindi passata al Sindaco, Domenico Scarmozzino che, ribadendo il sostegno alla scuola, ha espresso gioia nel vedere insieme tanti bimbi entusiasti, augurando loro un futuro ricco di soddisfazioni agonistiche. Collaborazione è stata assicurata anche dall'ente provinciale, rappresentato dal presidente del consiglio, Giuseppe Barilaro, per il quale la scuola calcio è «una grande iniziativa sociale che farà rivivere le tante emozioni date agli acquaresi dalla lunga tradizione calcistica del passato», e dal consigliere di minoranza Nico Crupi, che ha apprezzato le energie profuse, promettendo una parte dei fondi riservati al suo gruppo consiliare provinciale. «Non posso non dare appoggio a questa iniziativa, il cui obiettivo - ha detto la preside, Caterina Barilaro - è la buona crescita dei ragazzi. Stasera - ha proseguito - sono presenti gli enti fondamentali nella vita di ciascuno, come la famiglia, la scuola, la chiesa. Tutti insieme faremo crescere meglio questi bambini, rendendo migliore la società intera di questo paese». «Vi auguro di raggiungere grandi risultati - ha detto il parroco, don Saro, rivolgendosi direttamente ai bimbi - per i quali, però, occorrerà il massimo impegno, senza tralasciare le attività scolastiche e dello spirito, per crescere a 360 gradi». Di crescita a 360 gradi ha parlato anche il medico sociale della scuola, Domenico Scarmozzino, rilevando come «lo sport realizzi un'educazione alla salute e alla maggior serenità psichica, alle migliori relazioni sociali, al rispetto dell'etica e dei ruoli e a tutto ciò che serve a far maturare l'individuo». Dopo gli interventi, Gabriele Galati, vicepresidente e ideatore della scuola, ha invitato tutti a partecipare all'evento sportivo che sarà organizzato a breve in segno di solidarietà e contributo alla raccolta di aiuti per un giovane cardiopatico di Acquaro, la cui famiglia sta affrontando spese che non riesce più a sostenere. E, solidale, è anche l'iniziativa annunciata per Natale dal presidente Scarmozzino, della «realizzazione di un calendario con i ragazzi della scuola, il cui ricavato sarà devoluto ai bambini del terzo mondo». Non ci sono dubbi, lo sport fa veramente bene.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.