Acquaro in banda larga

Comune e Telecom siglano l'accordo per l'Adsl.

Calabria Ora del 25 Settembre 2008

La notizia è quasi da non credere, ma a confermarcela è il sindaco Domenico Scarmozzino il quale annuncia che «tra poco più di dieci giorni anche Acquaro avrà il collegamento internet a banda larga». L'adsl, lo strumento simbolo di un mondo che muta alla velocità della luce e, per ciò stesso, tecnologia fondamentale per venire a capo dall'isolamento nell'era della comunicazione globale.

Un'innovazione, dunque, che per il piccolo centro dell'entroterra vibonese diverrà realtà, grazie all'interessamento del primo cittadino che, in sinergia con Telecom Italia, è riuscito a raggiungere l'importante obiettivo di ottenere il servizio che partirà da Acquaro (per il momento solo il comune capoluogo, mentre, le frazioni saranno raggiunte il prima possibile) per poi toccare i centri limitrofi. Il primo cliente a beneficiare della nuova tecnologia, come pattuito in un incontro svoltosi nei giorni socrsi nell'ufficio del primo cittadino, sarà il palazzo municipale che, grazie ad un contratto che prevede una spesa mensile di circa 200 euro, verrà fornito del servizio per i propri uffici ad una velocità di connessione di 2 Mbps in download e 512 Kbps in upload (con una banda minima garantita di 512 Kbps sia in upload che in download). Prima di ciò, però, occorre effettuare il cablaggio dei cavi necessari a permettere il collegamento del piccolo centro delle Serre verso la centrale Adsl Telecom più vicina (la quale, pur permettendo un numero limitato di accessi, sembra essere in grado di coprire tutta l'utenza) ed installare un "router", una sorta di modem adsl in grado di connettere i vari computer del municipio alla stessa rete. Eseguiti questi piccoli lavori, nell'arco di quindici/venti giorni, il gioco è fatto e, nel giro di un'altra manciata di giorni, anche i cittadini potranno navigare ad alta velocità (con una spesa che si aggira sulle poche decine di euro). Ancora una piccola attesa ed il modem 56 K potrà essere riposto in una cantina nella valigia dei "cimeli storici". Ancora poco tempo, dunque, e l'attesa per aprire i moderni siti internet si ridurrà notevolmente, offrendo notevoli vantaggi a coloro i quali ricorrono all'utilizzo della rete per lavoro, svago o per comunicare, in tempo reale e a costi ridotti, con gli utenti sparsi in ogni angolo del pianeta. Ancora pochissime settimane ed Acquaro sarà finalmente fuori da quel digital divide che interessa ancora ben sei milioni di italiani, esclusi, loro malgrado, dalla possibilità di connettersi ad internet con l'adsl ed a godere di tutte le possibilità che la connessione veloce consente.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.