Scuola e Comune pronti alla festa

Gli alunni di Acquaro si preparano alle tante manifestazioni per il 150esimo.

Calabria Ora del 16 Marzo 2011

«Se non ci fossero stati eroi come Mazzini, Garibaldi, Menotti che risvegliarono gli italiani agli ideali di libertà e unità, o scrittori come Manzoni, D'Azeglio, Nievo, De Amicis che, con le loro opere, riuscirono a formare la coscienza nazionale, ed oltre a questi altri eventi ed altri personaggi che hanno dato vita al Risorgimento, oggi non saremmo a festeggiare questo momento.

Non saremmo una nazione unita. E' questa una storia di tempi lontani, di fatti iniziati 150 anni fa, ma è la nostra storia». Sono parole della dirigente dell'istituto comprensivo D'Antona di Acquaro, Caterina Barilaro che, per il prossimo 18 marzo, ha predisposto una serie di iniziative volte a coinvolgere i ragazzi della scuola ai festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia. «Una ricorrenza importante la definisce la preside che io condivido appieno». La manifestazione avverrà in concomitanza con il programma predisposto dall'amministrazione comunale, che per la celebrazione ha pianificato l'arrivo di una banda e fatto attaccare decine di bandierine tricolore in piazza e nelle vie principali. Per ciò che riguarda la scuola, la manifestazione di venerdì non è altro che l'elemento culmine di uno studio sul tema dell'Unità, cui i ragazzi hanno partecipato con entusiasmo, realizzato attraverso due progetti Pon sull'argomento "cittadinanza e costituzione", predisposti in vista della ricorrenza, con una divagazione sul tema più ampio dell'Europa unita, avanzato già da Mazzini a suo tempo. In mattinata è previsto il raduno in piazza Marconi, da cui tutti muoveranno verso la chiesa matrice per la messa celebrata da don Saro Lamari. A conclusione della stessa, il corteo si porterà lungo corso Umberto per poi ridiscendere in piazza dove gli alunni reciteranno poesie, canti e riflessioni, mentre l'orchestra della scuola si cimenterà in brani riguardanti la patria e l'Unità. Sarà l'occasione affinché tutti i cittadini, nuove generazioni in primis, prendano maggiore coscienza di un evento che, nonostante il tentativo da più parti di sminuirlo, rimane una pietra miliare nella storia del Belpaese, frutto di tante giovani vite che, al di là delle polemiche, hanno creduto nell'Italia una ed indivisibile, arrivando anche a donare la vita.

Valerio Colaci

Istituto Comprensivo     Comune     Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.