Boxe, Manno archivia il ko di dicembre e torna a vincere

Il calabrese si riscatta ed ora è quarto in classifica.

Calabria Ora del 24 Maggio 2011

Benoit Manno, l'acquarese astro nascente della boxe professionistica, lo avevamo lasciato reduce da un pesante ko, subito lo scorso 10 dicembre a Torino contro il nicaraguense Michael Carrero che, mentalmente e fisicamente più fresco, lo mandò a tappeto determinando la prima sconfitta nella sua immacolata carriera.

Dopo quel giorno, Benoit ci raccontò della sua ferma intenzione di risalire sul ring e continuare la corsa al titolo italiano.
E, dopo 5 mesi, venerdì scorso rieccolo combattere nuovamente al "Palamele" di Viterbo. La voglia di riscattarsi e risorgere c'era. Tutta. Ma andava di pari passo alla paura che una nuova sconfitta sarebbe stata un colpo per la carriera. Una sconfitta in quel momento rappresentava una seria battuta d'arresto nella corsa verso quel titolo di categoria cui aspira risolutamente. Non poteva perdere, non se lo poteva permettere. E non lo ha fatto, vincendo e portando a 7 i risultati positivi in una bacheca in cui un unico neo è quel ko con Carrero. L'incontro, sulle 6 riprese, è stato una rivincita concessa al toscano Angelo Ardito, già sfidato e sconfitto qualche anno fa. Le prima è stata di studio per entrambi, i quali, in equilibrio, si sono scambiati solo qualche colpo. Man mano che il combattimento scorreva, ecco che Manno ha cominciato a sciogliersi, vincendo le successive due riprese. All'angolo, ad incoraggiarlo come sempre, il suo maestro, il campione italiano Bruno Vottero e l'immancabile fratello Florian che, ad ogni incontro, lo raggiunge da Parigi ovunque combatta. Nella quarta e nella quinta ripresa, ecco un sussulto di Ardito che riusciva a portare più colpi all'indirizzo del calabrese, il quale ha avuto un leggero calo. La ripresa decisiva è stata la sesta ed ultima, durante la quale i due si sono sforzati al massimo, entrambi decisi a scendere vittoriosi dal ring, con Ardito impegnato in una serie di attacchi volti a mandare ko l'acquarese, il quale, però, caricatissimo e con abilità felina riusciva a schivare indietreggiando e rientrando con pugni diretti, alternati ad una serie di combinazioni di più colpi. Al gong, il verdetto della giuria ai punti è andato unanimemente a favore del calabrese. «E' stata una conquista importantissima - ci ha confessato un raggiante Manno - che mi fa guadagnare 50 punti in classifica mondiale e mi catapulta al quarto posto in quella nazionale, dandomi di diritto la possibilità di sfidare il campione italiano superpiuma Devis Boschiero». Però, una bella rinascita! Lui, invece, ancora non pensa a questa sfida, guardando alle altre strade che la vittoria gli ha aperto, come un probabile incontro sulle 12 riprese in Germania, valido per un titolo mondiale minore.
Ma non è tutto. A giugno un nuovo incontro per salire in classifica, nella città sabauda contro il torinese Marco del Mestro e, attesissima, la risposta dal sindaco di Vibo Valentia Nicola D'Agostino e dall'assessore allo Sport Pasquale La Gamba, per poter realizzare il suo secondo sogno e combattere per il titolo del Mediterraneo proprio a casa sua. Manno ci crede. A volte i sogni si realizzano.

Valerio Colaci


N.B. Il titolo ed il sottotitolo dell'articolo sono diversi da quelli con cui è stato pubblicato. Quelli originari, per un errore di redazione, non sono conformi al contenuto dell'articolo stesso. Leggi la rettifica riportata sul quotidiano del giorno seguente.

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.