E Acquaro si mobilita

Sciopero, domani la protesta della locale Cgil.

Calabria Ora dell'1 Settembre 2011

È in mobilitazione la Camera del lavoro di Acquaro che, in vista dello sciopero generale di 8 ore del 6 settembre, ha organizzato nella sala consiliare del comune del piccolo centro montano per le ore 17 di domani una manifestazione pubblica dal titolo: "Le proposte della Cgil per cambiare la manovra del Governo, investire sull'occupazione dei giovani e per lo sviluppo delle zone interne".

Una protesta, quella prevista dal sindacato confederale per il 6 settembre a Vibo, contro le due manovre finanziarie fatte in un sol mese dal governo Berlusconi, «che - recita il volantino - ha imposto più tasse ai lavoratori ed ai pensionati, ha tagliato i servizi, la sanità e l'assistenza, ha messo in discussione il contratto nazionale e discriminato i disabili». Invece «si può fare una manovra - ne sono convinti - che riequilibri i conti pubblici, difenda la coesione sociale, rilanci la crescita economica e l'occupazione».
Proprio per una più massiccia adesione alla protesta, la sezione Cgil di Acquaro ha previsto la manifestazione di venerdì nella sala consiliare del palazzo di piazza Marconi, per la quale, già da stamattina, in occasione del mercatino settimanale, sarà eseguita una poderosa operazione di volantinaggio che mira a coinvolgere il più alto numero di cittadini possibile. All'incontro di Acquaro sono invitati la società civile, sindaci, amministratori e associazioni locali (Pro loco, Arci, circoli ricreativi, ecc.).
E' prevista una serie di interventi programmati che prenderanno avvio con il segretario Flai Vibo Valentia Anna Galati. A seguire, interverranno alcuni amministratori locali, tra cui il sindaco di Acquaro e presidente del consiglio provinciale Giuseppe Barilaro, il primo cittadino di Arena Giosuele Schinella, quello di Dasà Gabriele Corrado e di Sorianello Sergio Cannatelli. Oltre ad essi, vari interventi di esponenti sindacali come Antonella Sette, dell'ufficio di presidenza Alpa-Cgil di Vibo, il segretario provinciale Flai Cgil Battista Platì, Raffaele Mammoliti e Franco Garufi, rispettivamente segretario regionale e provinciale.
Una mobilitazione massiccia e capillare che parta dal basso e miri ad ottenere risultati rilevanti nelle rivendicazioni che la Cgil porta avanti affinché le risorse vengano «investite per il riequilibrio, la crescita, il mezzogiorno e l'occupazione dei giovani». Un invito a sostenere queste proposte che, certamente, non mancherà di essere onorato. Partendo da Acquaro.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.