Benoit Manno è il nuovo campione

Vittoria netta sul laziale Mantegna.

Calabria Ora del 13 Novembre 2011

Campione italiano. Di categoria e fair play, Benoit Manno che, sabato notte ha esaltato gli appassionati, conquistando a Torino il titolo superpiuma contro il laziale Luigi Mantegna, più esperto, sebbene tecnicamente inferiore.

Una vittoria netta, assegnata ai punti (doppio 100-89 e 99-90), in un incontro cha ha mostrato il netto divario tra i 2 sin dalle prime mosse. Con il fratello Florian ed il maestro Vottero all'angolo ed un palazzetto dello sport affollato, il match prende avvio cautamente per entrambi, con le prime riprese di reciproco studio tecnico, anche se Manno porta a segno svariati colpi contro un Mantegna costretto alla difensiva. Il movimento cresce nella quarta e quinta ripresa, ma i contendenti non sembrano sbilanciarsi più di tanto, cercando il momento opportuno per l'affondo. È la sesta, la ripresa in cui Benoit si esprime al meglio, incrementando l'azione e schivando elegantemente e agilmente gli attacchi di Mantegna. Nel successivo round, lieve calo psicologico del neo campione, da alcuni mesi a secco d'incontri e, comunque, abituato a combattere sulle 6 riprese. Calo più evidente all'ottavo tempo, quando Mantegna cerca di aumentare il ritmo, sbilanciandosi in avanti con una sequenza di colpi che, anche se non tutti efficaci, mettono in difficoltà Manno, il quale lascia che l'avversario si sfoghi, come avviene anche al nono round con una serie di allunghi che, però, lo fanno aprire troppo in avanti, permettendo al campione un micidiale montante al fegato, la sua specialità, che piega e manda giù Mantegna, segnale per lui che deve andare più cauto. Cosa che fa all'ultima ripresa, quando i 2, visibilmente stanchi, puntano ad amministrare il match sino al suono del gong che decreta la meritata vittoria del pugile calabrese.
Onore a Mantegna, arrivato alla fine senza mai abbassare la guardia o mostrare timore reverenziale al nettamente superiore Manno. Grandissimo Benoit che, vincendo, ha inorgoglito la Calabria e Acquaro, dove ogni tv era sintonizzata su Rai Sport 2 per fargli il tifo, mentre, un nutrito gruppo di supporter si è stretto intorno al padre Vincenzo per seguire insieme a lui il combattimento sul maxischermo predisposto dalla Pro Loco. Ed è agli acquaresi che Benoit ha dedicato la vittoria ai microfoni dei commentatori Mario Mattioli e Nino Benvenuti nell'intervista conclusiva, in cui ha fatto appello al sindaco di Vibo D'Agostino, con cui è in contatto, per poter finalmente combattere il titolo del mediterraneo in provincia.
Ora è nell'olimpo dei grandi, nella storia del pugilato, e nuovi incontri gli permetteranno altri ambiti traguardi. Ma rimane vivo il sogno di combattere nella sua terra, cui «sono molto legato – ha ribadito al telefono - perché lì sono nato e cresciuto e lì ci sono i miei affetti e tanti amici».

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.