Ancora senza riscaldamenti

Da 10 giorni gli studenti dell'Alberghiero stanno disertando le lezioni.

Il Quotidiano del 6 Febbraio 2012

Da oltre dieci giorni gli studenti dell'Istituto Alberghiero "L. Einaudi" stanno disertando le lezioni. Il motivo è legato al fatto chemanca il combustibile per il riscaldamento delle aule e visto il freddo gelido di questi giorni i ragazzi preferiscono rimanere a casa.

Sotto accusa è l'amministrazione provinciale di Vibo Valentia che secondo quanto appreso non ha provveduto correttamente, e per tempo, all'approvvigionamento abbisognevole a far fronte alle esigenze dell'istituto. «Abbiamo fatto ripetute richieste sia per iscritto che per fonogramma - dichiara il dirigente scolastico Antonino Ceravolo - ma ad oggi ancora la situazione rimane invariata. La prima richiesta, per una fornitura di 2.500 litri di gasolio, è stata inoltrata il 12 gennaio scorso» spiega il dirigente «ma sono stati consegnati soltanto 500 litri. Successivamente, in data 16 gennaio, abbiamo nuovamente richiesto la fornitura dei litri non consegnati nella prima fornitura ma da allora non abbiamo più avuto notizie».
Una situazione un pò anomala per cui i ragazzi dopo qualche giorno di lezioni al freddo hanno deciso di scioperare. «Ho parlato ripetutamente con la provincia per cercare di risolvere il problema - afferma il dirigente - e mi è stato detto che l'intoppo è stato dovuto allo sciopero degli autotrasportatori e quindi» la ditta incaricata «non è stata in grado di fornire la scuola». Ma pare che anche dopo lo sblocco dei tir, la situazione non sembra essere cambiata: «Il 30 gennaio scorso ho fatto un ulteriore sollecito» e solo per una sorte di presa in giro «perché dalla provincia mi veniva detto che avrebbero provveduto da oggi a domani, da domani a dopodomani e cosi via fino ad oggi, non ho informato il prefetto».
Male "vacanze forzate" dei ragazzi nonstanno bene neanche ai genitori, alcuni dei quali, nei giorni scorsi, sono andati a chiedere chiarimenti alla scuola in merito alle assenze che, stando alle cose, risulterebbero «ingiustificate». In conclusione, secondo quanto appreso, «l'errore della provincia è stato quello di fornire l'istituto solo di un quinto dei 2.500 litri di combustibile richiesto». Una situazione che comunque potrebbe sbloccarsi nei prossimi giorni, in quanto «abbiamo avuto notizia che martedì sarà effettuata la fornitura».
Si spera solo che stavolta venga realmente effettuata.

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.