Benoit Manno si riconferma campione italiano

Pesi superpiuma.

Il Quotidiano del 27 Febbraio 2012

Una sfida senza esclusione di colpi quella che sabato sera ha visto sul ring, del Bocciodromo comunale di Viale Gozzano a Savigliano (Cn), il giovane pugile acquarese Benoit Manno che ha incrociato i guantoni con il fiorentino Angelo Ardito.

Un incontro combattuto su dieci riprese da tre minuti, con in palio il titolo di Campione Italiano Pesi Superpiuma che Manno è riuscito a riconfermare a pieni voti nonostante l'ultima ripresa da cardiopalma. Infatti il pugile acquarese è stato impegnato più del previsto durante l'assalto dello sfidante (col quale fa parte del team di Monia Cavini) che ha rischiato di mandarlo a tappeto proprio nell'ultima ripresa dove la sua resistenza è venuta improvvisamente meno. "Colpa di una dieta dell'ultimo giorno" ha affermato Manno. "Ho perso cinque chili in sei giorni e nell'ultima ripresa ero talmente fiacco che non avevo più le gambe"; cosa che per poco non gli è costato la perdita del titolo. "Mi servirà senz'altro di insegnamento per le prossime sfide". Nonostante ciò, Manno ha condotto otto riprese su dieci da "leone" sferrando all'indirizzo di Ardito ottimi colpi, soprattutto con il suo potente e ripetuto diretto sinistro, riuscendo a metterlo in serie difficoltà nonostante dimostrava di essere coraggioso nell'attacco. Nella parte finale del match, invece, è stato Ardito a passare all'attacco e come un forsennato ha colpito con pugni a ripetizione Benoit Manno che improvvisamente ha ceduto quasi al punto che se non fosse stato per il suono della campanella forse avrebbe incassato un ko. Il suono del "gong" ha in pratica concesso un sospiro di sollievo al giovane pugile acquarese che con verdetto unanime dei tre giudici ha così riconfermato il titolo.
«Questa conferma è una grande vittoria per me anche se nell'ultima fase del match ho perso un pò quota, credo che comunque, otto riprese su dieci bastino per giustificare il titolo italiano». Titolo che Manno sta pensando di abbandonare al fine di poter combattere per il titolo Intercontinentale. Per ora pensa a festeggiare con gli amici dopodiché spera che «qualcuno possa impegnarsi a farmi combattere, se non ad Acquaro, almeno a Vibo o nelle vicinanze per dare la possibilità ai miei paesani di poter assistere a un mio combattimento».

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.