Boxe, Manno tiene stretti cintura e titolo

Il pugile si riconferma campione superpiuma. Ad aprile il ritorno ad Acquaro.

Calabria Ora del 27 Febbraio 2012

Ha difeso la cintura con le unghie e con i denti Benoit Manno, pugile originario di Acquaro, che sabato sera, a Savigliano (Cn), si è riconfermato campione italiano "superpiuma" battendo ai punti sulle 10 riprese il fiorentino Angelo Ardito.

Ma quanto sudore per centrare l'obiettivo! Gli avversari che ha dovuto contrastare, infatti, sono stati due. Il primo è stato il peso, la maggiore difficoltà: per perdere gli 8 chili in più rispetto a quelli previsti dalla categoria ha dovuto sottoporsi ad una dieta drastica per un intero mese, intensificata nell'ultima settimana per gli ultimi 4 chili. Il secondo è stato l'avversario Angelo Ardito che, sebbene conosciuto (era la terza volta che i due si affrontavano), si presentava fortemente determinato essendo questo l'incontro della sua vita, e per il quale si è preparato a dovere, allenandosi con campioni di caratura nazionale, come Michele Di Rocco, ed arrivando al match in perfetta forma fisica. Ma di motivazioni ne aveva da vendere anche Manno, intenzionato, con la doppia riconferma del titolo, a fare un passo avanti ed a puntare a trofei internazionali. Quindi è giunto sul ring con la giusta carica, dopo un'energica preparazione svolta in montagna col suo preparatore Bruno Vottero, con lo sfidante al titolo europeo, Antonio De Vitis, che ha perso contro Figatilli e, ovviamente, alla presenza di Florian, suo Germano che lo segue in ogni competizione.
Entusiasmante il combattimento, con Benoit che ha dominato le prime 8 riprese ed Ardito rimasto sulle sue non aprendosi mai al campione. Questo gli ha permesso di arrivare fresco alla fine del match, sferrando qualche colpetto contro Benoit nella nona ripresa e creandogli serie difficoltà nell'ultima, quando ha iniziato ad attaccare forsennatamente un Manno che ha avvertito un calo agonistico che gli ha fatto temere il tappeto e lo ha costretto al clinch per guadagnare tempo ed attendere l'arrivo del gong conclusivo. Finale da brivido, ma titolo riconfermato con verdetto unanime (97/92, 96/93, 97/92).
Ora, per aprile, è atteso ad Acquaro, dove il sindaco gli conferirà la cittadinanza onoraria in quella terra, la Calabria, ove spera, un giorno, di poter combattere per quel titolo del Mediterraneo a cui aspira con quella stessa convinzione che gli è valsa la conquista della cintura.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.