Oggi l'abbraccio con Acquaro

Nel pomeriggio l'atteso momento del Comunitarium all'interno del Duomo.

Il Quotidiano dell'1 Marzo 2012

Tanto entusiasmo tra giovani e anziani che questo pomeriggio insieme al sindaco di Acquaro Giuseppe Barilaro e al parroco don Rosario Lamari vivranno il "Comunitarium" con la comunità di Vibo Valentia.

Una partecipazione massiccia tant'è che i posti sui due pullman messi a disposizione dall'amministrazione comunale sono già esauriti e tanti altri raggiungeranno Vibo con auto private. La città capoluogo oggi festeggia il suo Santo Patrono, e come ormai da dodici anni, lo fa con la celebrazione del Comunitarium, una sorte di gemellaggio in cui Vibo "si confronta" con un altro Comune della provincia. Quest'anno, come già anticipato nei giorni scorsi, la scelta è caduta sulla comunità di Acquaro che già lunedì scorso ha partecipato all'inizio del Sacro Triduo. Una solenne celebrazione in Duomo, presieduta dal parroco don Rosario Lamari e animata dal coro parrocchiale di Acquaro, ha dato così inizio a un primo incontro tra le due comunità che con la celebrazione del Comunitarium di questo pomeriggio, avranno modo di dialogare e scambiarsi le loro esperienze. "Saluto e accogliamo con gioia la comunità di Acquaro che quest'anno festeggerà con noi il nostro Santo Protettore", ha proferito monsignor Giuseppe Fiorillo prima dell'inizio della celebrazione eucaristica. «La festa del Comunitarium deve farci sentire un cuore e un'anima sola, ecco perché dobbiamo cercare di condividere assieme questi momenti e avviare così un cammino fraterno».
Anche il parroco di Acquaro ha voluto porgere «un doveroso saluto e un ringraziamento particolare a monsignor Fiorillo e al suo vicario don Antonio Purita, maestri di fede che guidano la vostra comunità, per averci dato, la possibilità di condividere con voi questi giorni di festa». A conclusione della Santa Messa è stata anche inaugurata la mostra fotografica, allestita all'interno del Duomo di San Leoluca e curata dal fotografo Rocco Citino, riguardante la storia, le feste, usi e tradizioni della comunità acquarese. La serata si è poi conclusa con una cena, tra i rappresentanti delle due comunità, all'insegna dell'amicizia e della solidarietà, valori che da sempre contraddistinguono questa importante iniziativa ideata dal compianto arciprete di San Leoluca monsignor Onofrio Brindisi. Ma l'appuntamento ufficiale dell'incontro tra le due comunità è fissato per questo pomeriggio alle 16 in Piazza San Leoluca dove prenderanno parte anchele Autorità civili e religiose. Una giornata intensa per le due comunità che assieme avranno modo di "vivere"i cinque momenti che di per sé costituiscono il Comunitarium. Dopo il Momento dell'Accoglienza rappresentato dalla consegna simbolica, da parte del sindaco di Vibo al sindaco di Acquaro della "Chiave della Città" e della consegna della "Sedia"da parte del presidente della Provincia, seguirà il Momento del Parlarsi in cui le due comunità avranno modo di raccontarsi le proprie esperienze. Con l'occasione saranno anche premiati gli alunni delle scuole (di Vibo e Acquaro) risultanti vincitori del concorso indetto per il Comunitarium. La celebrazione entrerà poi nel vivo con il Momento del Varcare la Porta quando il corteo, costituito dalle Autorità e Rappresentanti delle due Comunità, farà ingresso in Duomo dove sarà celebrata la Solenne Liturgia presieduta dal parroco don Rosario Lamari e animata dal Coro Parrocchiale di Acquaro. Il "cuore" dell'intera celebrazione sarà il momento dell'Impegnarsi e dello scambio dei doni in cui i sindaci e i parroci delle rispettive comunità sottoscriveranno la "dichiarazione d'impegno", un documento importantissimo con il quale sarà suggellato l'impegno di cooperare per il bene collettivo. La serata si concluderà con il Momento del Gioire nel teatrino del Valentianum con il taglio della torta e con l'offerta di uno sfizioso buffet preparato dagli alunni dell'Istituto Alberghiero di Acquaro.

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.