Una massiccia partecipazione

 

Il Quotidiano del 4 Marzo 2012

Il Comunitarium 2012, svoltosi giovedì scorso nella città capoluogo in occasione della festa del patrono San Leoluca ha registrato una notevole partecipazione di acquaresi che ha lasciato soddisfatti sia gli organizzatori dell'evento ma anche e soprattutto il sindaco Giuseppe Barilaro e il parroco don Rosario Lamari.

Oltre duecentocinquanta persone, per lo più giovani, giovedì pomeriggio, (con i pullman messi a disposizione dall'amministrazione comunale nonché con diverse auto private) hanno infatti raggiunto la città capoluogo per condividere, assieme alla comunità vibonese, questa bellissima esperienza del Comunitarium. Una partecipazione massiccia, dunque, alla quale si sono uniti anche le associazioni operanti sul territorio comunale come i volontari del locale gruppo di Croce rossa italiana, non può che manifestare, senza ombre di dubbio, l'impegno profuso nella comunità acquarese dal primo cittadino Barilaro e dal parroco don Lamari.
«Quando si fa squadra tutto riesce alla perfezione», ha dichiarato il primo cittadino. «L'auspicio è quello di lavorare in perfetta sinergia nell'interesse generale». Un'organizzazione ad hoc preparata e curata nei minimi particolari che ha pertanto suscitato i complimenti alla comunità acquarese da parte del parroco del Duomo di San Leoluca di monsignor Giuseppe Fiorillo e di tutti i collaboratori che ruotano intorno a lui.
«Una partecipazioneveramente bella, unanime e massiccia che negli anni precedenti non si era mai registrata». A rendere solenne l'intera celebrazione, presieduta da don Rosario Lamari, è stato il coro parrocchiale di Acquaro che per l'occasione ha eseguito un repertorio di canti di monsignor Marco Frisina. Eccellente anche il buffet realizzato dai ragazzi del locale Istituto Alberghiero "L. Einaudi" che, grazie al contributo economico dell'amministrazione comunale e sotto le direttive dei docenti Michele Licastro e Antonio Ramondino, hanno preparato varie ed abbondanti specialità di stuzzichini salati oltre che servire i vari dolciumi tipici preparati per l'occasione dagli acquaresi. Una scuola, l'Istituto Alberghiero, che seppur rappresenta il fiore all'occhiello della zona dell'Alto Mesima, non viene spesso messo in risalto così come in realtà merita.
Insomma, una bella giornata che senz'altro «rimarrà scolpita nel cuore di ognuno di noi», così come ha sottolineato il sindaco del capoluogo Nicola D'Agostino durante un suo intervento. Infine c'è da dire che don Rosario Lamari ha rivolto l'invito alla comunità vibonese: «Vi aspettiamo ad Acquaro nell'occasione delle nostre festività patronali di agosto per condividere assieme altri momenti" come questi vissuti con l'occasione del Comunitarium».

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.