Al via la Settimana Santa

Iniziano oggi le celebrazioni che termineranno con la 'Ncrinata.

Il Quotidiano dell'1 Aprile 2012

Con la Domenica delle Palme ha inizio quella settimana che i cattolici di rito latino denominano "Santa", poiché in essa si fa memoria degli ultimi, cruciali eventi della vita di Gesù Cristo (passione, morte e resurrezione). In tutto il mondo cristiano, i riti della Settimana Santa vengono celebrati con viva devozione: riti antichi ed affascinanti. Anche ad Acquaro, tali celebrazioni sono sentite e partecipate e quest'anno, per la seconda volta consecutiva, sarà riproposta l'Ostensione di una copia autentica della Sacra Sindone.

Il programma della Settimana Santa, che è stato distribuito ai fedeli già domenica scorsa, prevede momenti di intensa spiritualità: riti che rivestono un significato profondo per la tradizione e la cultura popolare, un mix di fede e folklore.
Domenica delle Palme: giorno in cui la Chiesa ricorda l'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme, con inizio alle 10,30 ci sarà, in Piazza Marconi la benedizione delle palme e a seguire, nella Chiesa Matrice, la celebrazione eucaristica con la lunga lettura dialogata della Passione. Alle 20,30 ci sarà la prima Ostensione di una copia della Sacra Sindone con le relazioni del sindonologo don Alessandro Castegnaro, religioso paolino della società San Paolo. La stessa ostensione sarà riproposta anche il Martedì Santo. Inoltre dal pomeriggio della Domenica delle Palme al Martedì Santo viene esposto sull'altare il Santissimo Sacramento per l'Adorazione Solenne. Si tratta delle Quarantore, pratica devozionale nata nel Medioevo il cui significato originario era quello di onorare la permanenza per quaranta ore di Cristo nella tomba.
Giovedì Santo: Si fa memoria dell'Ultima Cena e dell'arresto di Cristo ed inizia il solenne Triduo pasquale. Alle 18,00 è prevista la celebrazione della Messa "in Coena Domini", al termine della quale, l'Ostia consacrata viene riposta nell'Altare della Reposizione, chiamato tradizionalmente e popolarmente "Sepolcro", e adorata in silenzio e per tutta la notte dai fedeli.
Venerdì Santo: giorno in cui i Cristiani ricordano la Morte in croce di Gesù, con inizio alle ore 16,00 vi sarà "A Missa a storta" ossia la "messa che non ha né un principio e né una fine", con la lettura dialogata della Passione e con l'Adorazione della Croce. Alle ore 19,00 la predica con la chiamata della Madonna e la consegna simbolica del Cristo morto. La giornata si concluderà con la Via Crucis per le vie del paese che inizierà dalla chiesa matrice alle 22‚00.
Sabato Santo: giorno definito "aliturgico", in quanto non si celebra la liturgia è prevista alla sera con inizio alle 22,30 la celebrazione delle Veglia Pasquale Al canto del "Gloria", nel cuore della sera, le campane ricominciano a suonare a festa annunciando la risurrezione di Gesù.
Domenica di Pasqua: La Pasqua è la festività più importante del Cristianesimo, in quanto celebra il fondamento della Fede, ossia la Resurrezione del Signore. Appuntamento importante per gli acquaresi e culmine dei riti pasquali è la caratteristica "'Ncrinata" cioè l'incontro tra il Cristo Risorto, Maria e San Giovanni.

Giuseppe Parrucci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.