Acquaro, il Crocifisso del '600 torna ai fedeli

 

Calabria Ora del 10 Maggio 2012

Una vera e propria cerimonia d'accoglienza, quella prevista per il pomeriggio di domani nella chiesa matrice di Acquaro dove, finalmente, dopo più di un anno, verrà restituito alla comunità il crocefisso ligneo, accuratamente restaurato a seguito della rovinosa caduta dell'aprile 2011.

Pregevole opera risalente al '600 e proveniente dal locale, dismesso convento dei minori riformati dell'ordine francescano, la scultura, per i tratti stilistici ed artistici, è attribuita alla scuola scultorea dello stesso ordine, particolarmente prolifica in una propria, specifica rappresentazione iconografica del Cristo e della sua passione, le cui caratteristiche si ritroverebbero concentrate nel crocefisso di Acquaro.
La sua caduta, durante l'esposizione quaresimale della scorsa Pasqua, considerata inizialmente presagio di non si sa quale sventura, fu in realtà provvidenziale, in quanto permise di constatare il pessimo stato di conservazione della sacra icona, soggetta al tarlo che, a dispetto della sua perfezione esterna, aveva consumato il legno all'interno. Superato, quindi, l'iniziale smarrimento, sono state avviate le procedure per il restauro e la ricostruzione fedele del Cristo, affidato, dopo i necessari nulla osta da parte delle competenti Soprintendenze, alle esperte mani dei restauratori della "Monastia delle Clarisse" di Vibo che, eseguito un certosino lavoro durato più di 4 mesi, hanno riportato l'opera scultorea alla sua antica e maestosa bellezza.
Il restauro ha comportato un costo di più di qualche migliaio di euro, per coprire il quale si è ricorso ad una raccolta fondi tra i fedeli, cui ha contribuito anche la Pro loco organizzando delle manifestazioni, mentre la parte restante, circa un quarto del totale, è stata stanziata con apposita delibera dall'amministrazione comunale guidata da Giuseppe Barilaro.
L'opera, sarebbe dovuta rientrare in paese per le scorse festività pasquali, ma la richiesta, da parte della Sovrintendenza, dell'esecuzione di una radiografia attestante il lavoro eseguito ha ritardato la consegna che, appunto, avverrà domani con una partecipazione di fedeli che si prevede massiccia. Alla cerimonia d'accoglienza, prevista per le 18, prenderanno parte monsignor Domenico Monteleone e don Saverio Callistri, rispettivamente vicario generale e direttore dell'ufficio beni culturali della diocesi, il parroco don Rosario Lamari ed il sindaco Barilaro, l'esperto d'arte Franco Luzza, autore di in libro opuscolo corredato da un'ampia dotazione fotografica ed incentrato sull'iconografia della croce in generale e sul crocifisso di Acquaro in particolare, i restauratori Rosario Columbro e Gerardo Santaguida, che descriveranno in modo particolareggiato il lavoro svolto.
Quindi, monsignor Monteleone procederà alla benedizione ed alla riconsegna del crocefisso alla venerazione dei fedeli.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.