Calcio, gli esordienti dell'Alto Mesima battono la Vibonese e tante difficoltà

 

Calabria Ora del 16 Maggio 2012

Risultato storico, quello degli esordienti della scuola calcio Alto Mesima (ex Acquaro) che, lunedì scorso, si sono laureati campioni provinciali contro i pari categoria della Vibonese.

Un risultato (4-3 ai rigori), quello conquistato al "Luigi Razza" dai campioncini di mister Toni Corbo (nello staff tecnico anche Angela Iaconis e Bruno Pisano) inseguito da diverse stagioni, tutte conclusesi con risultati apprezzabili, e finalmente raggiunto grazie alla tenacia della dirigenza, dello staff tecnico e, soprattutto, di giovani calciatori, i quali, spronati dai preparatori, hanno creduto nelle loro potenzialità arrivando ad imporsi su una scuola calcio ben più blasonata. Tra i migliori in campo, Saverio Laria, capocannoniere del campionato, e Andrea Galati, solo per citarne alcuni, però, poiché tutti hanno dato il loro fondamentale contributo al successo del team, quello che ora li proietta dritti verso nuove competizioni fuori dai confini provinciali, con viva soddisfazione di mister Corbo che ne segue attento gli allenamenti e cura le loro evoluzioni agonistiche, tirando fuori da ognuno la stoffa del campione.
Ma, quello raggiunto dagli esordienti della società del presidente Nando Scarmozzino (vi giocano ragazzi di Acquaro, Arena, Dasà, Gerocarne e frazioni) non è l'unico risultato della stagione, poiché ad esso va ad aggiungersi l'altrettanto meritatissimo ed ambizioso secondo posto dei giovanissimi di una realtà sportiva che è fiore all'occhiello di tutto il comprensorio.
Inutile sottolineare, anche nel caso del presidente, il compiacimento per ciò che è stato portato a termine, in una società sportiva in cui lo stesso Scarmozzino ha creduto sin dalla sua fondazione, nel 2008, anno dal quale, assieme a tutto il team (oltre ai citati tecnici, il direttivo annovera Enzo Cirillo, Domenico Figliuzzi ed il medico sociale Domenico Scarmozzino) ha dedicato nell'impresa impegno e sacrificio, arrivando a concludere un progetto con il settore giovani della "Reggina calcio" che prevede periodici incontri di preparazione per i tecnici ed i ragazzi, che hanno la possibilità di partecipare agli allenamenti con i loro coetanei della città dello Stretto.
Inoltre, lo stesso presidente aveva presentato un progetto per la realizzazione, con fondi europei, di una mega struttura sportiva polivalente e per tutto il territorio ad Acquaro, progetto che, dal 2008, è ancora in standby. Ma per quante sono le soddisfazioni per una simile realtà, l'unica del genere, che dà la possibilità a tanti ragazzi di impegnarsi in quello che è l'unico sfogo possibile, il calcio, altrettante sono le quasi delusioni per la mancanza di collaborazione istituzionale. «Noi - spiega infatti il presidente - ci mettiamo passione e facciamo tanti sacrifici, trascurando il lavoro e gli impegni, per dedicarci allo sport ed ai ragazzi, ma le istituzioni, Comuni e Provincia, non sono vicini e non ci danno alcun contributo, restituendoci spesso risposte negative quando bussiamo alle porte».
Un ringraziamento, comunque, da parte di Scarmozzino, oltre che ai componenti dello staff ed a tutti i collaboratori, va all'ex amministrazione comunale di Gerocarne che, nel momento in cui il campo sportivo di Acquaro è divenuto inagibile, ha aperto le porte del proprio, mettendosi a disposizione per l'occorrente.
E adesso, nella speranza che l'appello alla maggior collaborazione non cada nel vuoto, è il momento di godersi la vittoria. Aspettando i futuri, innumerevoli, successi ancora a venire.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.