Il ring ad Acquaro, Manno combatterà nel paese di origine

Il 23 agosto il match del campione italiano.

Calabria Ora del 31 Luglio 2012

A distanza di qualche mese dall'annuncio, dato durante la cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria, è certezza lo svolgimento dell'incontro di pugilato che, in piazza Marconi ad Acquaro il prossimo 23 agosto, consentirà al già campione italiano superpiuma Benoit Manno di realizzare il sogno di combattere nel suo paese, in un match sulle 12 riprese che lo vedrà in lizza, udite, udite, per il titolo del mediterraneo Ibf superpiuma, contro David Kis, ventiduenne ungherese da record nel suo paese, con all'attivo 6 vittorie, 2 pari ed altrettante sconfitte.

Ad ufficializzare la manifestazione e darne i dettagli, il sindaco Giuseppe Barilaro in apposita conferenza stampa in cui ha parlato dell'«evento più importante dell'anno in Calabria» per la realizzazione del quale si è detto «ampiamente soddisfatto ed appagato. La sfida - ha spiegato Barilaro - è già stata approvata dalla Ibf (International boxe federation, ndr), si svolgerà il 23 agosto, poiché non è stato possibile conciliarla con i festeggiamenti di San Rocco, e sarà interamente trasmessa da Rai Sport». La manifestazione, inoltre, tra conferenze stampa e altri incontri, occuperà un'intera giornata e prevede un ricco sottoclou di altri match, primo fra tutti quello del campione reggino Francesco Versaci, detentore di 3 titoli - pesi massimi leggeri, campione mediterraneo Wbc, campione mondiale giovani Ibf - che si batterà sulle 6 riprese contro l'ungherese Attila Szatmari, ed altri 3 o 4 incontri dilettantistici tra pugili calabresi «che avranno la possibilità - ha sottolineato - di mettersi in mostra in questa grande vetrina internazionale».
Tornando all'incontro principe, il primo cittadino lo ha definito «un sogno che si realizza per Benoit, che avrà la possibilità di mostrare le sue doti, ed un vanto per tutto il paese di Acquaro, che celebrerà tali doti e, sia pur per una volta, vivrà un giorno di gloria nel panorama internazionale insieme al suo campione». Proprio perché l'evento è del paese, Barilaro, durante la conferenza stampa, ha fatto appello alla collaborazione delle associazioni locali, «Pro loco, Arci e Croce rossa con cui è prevista a giorni una riunione operativa», del parroco, «affinché dia la disponibilità della casa parrocchiale per permettere agli atleti di usufruire delle docce», e di tutti, «vista la grande mole di lavoro che occorrerà per l'evento». Quanto al ring, il sindaco ha spiegato che si stanno facendo delle simulazioni in 3D sul luogo più idoneo tra la piazzetta del Nettuno, dopo la già prevista rimozione della fontana, o il centro della piazza, in corrispondenza del curvone.
Circa gli aspetti economici, per far chiarezza sul balletto di cifre che stanno circolando in questi giorni, la manifestazione nel suo complesso richiede una cifra di 70/80mila euro. Ad essa il Comune contribuirà, con fondi propri, con una somma di 19mila euro più iva, concordati con la società organizzatrice, la Cavini di Grosseto, a fronte di una richiesta iniziale alquanto più onerosa di 25 mila più iva (cui andavano aggiunti il pagamento dei pugili, l'alloggio in albergo e gli spostamenti di tutta la macchina organizzativa ed altro). «Se poi - ha chiarito - arriveranno contributi regionali o sponsor, la somma stanziata dal Comune, onerosa ma ben spesa, vista la caratura dell'evento, sarà ridotta in proporzione». Ovviamente, non mancheranno le polemiche, ma i più accetteranno con massimo favore un evento unico nel suo genere e, già da ora, inizieranno a stringersi intorno a Benoit Manno ed a tifare per lui in questa sua nuova storica impresa che porterà lui verso più alti traguardi della noblesse art ed il paese agli onori della cronaca internazionale.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.