Acquaro, dibattito animato sulle antenne per la telefonia

 

Calabria Ora del 23 Agosto 2012

Seduta agostana per il consiglio comunale di Acquaro, riunitosi martedì in seduta ordinaria.

Approvati i verbali della seduta precedente, l'assemblea (assenti Alessandria, Franzese, Pitisano e Rosano) è passata alla modifica, unanime, della destinazione d'uso dell'ex scuola elementare di Piani a casa rurale, necessaria per procedere alla già approvata (scorsa seduta) dismissione della stessa.
Interessante l'ultimo punto in previsione, il regolamento sulla disciplina degli impianti di telefonia mobile, su cui ha relazionato il vicesindaco Saverio Viola che ha parlato della «necessità di dotarci di un piano per identificare delle zone per l'insediamento delle antenne Umts, possibilmente ai margini del perimetro comunale, poiché, se si prendesse per buona una certa localizzazione, non ci potremmo opporre ad altre richieste e ci potremmo trovare nel giro di poco tempo con 4/5 antenne nello stesso punto». In pratica, vista la liberalizzazione intervenuta con la legge Gasparri, che le identifica come opere di urbanizzazione primaria, il comune non può né vietarne il posizionamento né stabilire delle distanze dal centro abitato, ma solo delle zone opportune d'insediamento.
«Una questione - ha spiegato il sindaco Giuseppe Barilaro - che si pone poiché c'è già una richiesta in itinere che vede coinvolta un membro del consiglio comunale, ma ce ne potranno essere delle altre, per cui con tale regolamento, che tiene conto delle varie esperienze nei diversi comuni, cerchiamo di fare un passo avanti per disciplinare la materia nei limiti delle prescrizioni di legge».
Sulla questione si è aperta una sorta di polemica allorquando il consigliere Galati ha obiettato, contestato da Viola, che - per la vertenza aperta - non di semplice antenna si tratterebbe, ma di ripetitore e che lui di ripetitori vicino casa non ne vuole. La diatriba è stata subito smorzata dal sindaco che ha invitato i presenti al voto (cui non ha partecipato il consigliere Stella Ciancio, coinvolta nella richiesta in itinere, 2 sono stati i contrari e si è astenuta il neo assessore Caterina Macrì - Servizi sociali, Volontariato, Rapporti con associazioni e con la Chiesa - completamente contraria all'installazione).
La seduta è stata chiusa con le comunicazioni del sindaco che ha informato della stipula, a giorni, dei contratti per l'assegnazione dei loculi cimiteriali, seguendo il principio della data di presentazione delle domande in base al numero di protocollo.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.