Acquaro, il Consiglio adotta il Piano di protezione civile

Nei prossimi giorni verrà illustrato a cittadini e studenti.

Calabria Ora del 29 Novembre 2012

Seduta lampo, quella del consiglio comunale di Acquaro riunitosi venerdì scorso per l'approvazione di alcuni importanti punti. Assenti in cinque – oltre al sindaco Giuseppe Barilaro - l'assise è stata presieduta dal vicesindaco Saverio Viola che ha illustrato con la dovuta sintesi tutti gli argomenti in esame.

Passata all'unanimità l'approvazione dei verbali della precedente seduta, la discussione ha proseguito con l'affrancazione usi civici del terreno di un residente della frazione Piani, per poi passare all'integrazione del regolamento - approvato con delibera di consiglio 43 del 2012 - sull'installazione delle antenne di telefonia mobile - uno contrario ed un astenuto, mentre, il consigliere Stella Ciancio ha dovuto astenersi dal partecipare al voto per via di una vertenza pendente del genere -, per ubicare le quali è stata individuata la zona circostante al cimitero, ritenuta ad una distanza dal centro abitato tale da preservare la salute dei cittadini da possibili onde magnetiche emanate da tali trasmettitori considerati dalla legge Gasparri opere di urbanizzazione primaria contro le quali, è stato più volte spiegato, non ci si può opporre.
Indi, spazio alla presa d'atto – unanime - di una relazione del revisore contabile conseguente ad una delibera della Corte dei conti - 267/2012 - relativa ad alcuni rilievi tecnici effettuati dall'organo sul rendiconto 2010.
Toccando ferro e facendo i dovuti scongiuri, interessante - tenendo anche conto dell'incessante attività sismica sul Pollino - è stato il punto successivo, concernente la ratifica di un regolamento di Protezione civile predisposto da tecnici specializzati e da prendere come riferimento per non essere impreparati in caso di eventi tellurici. «Regolamento che – ha precisato il vicesindaco – verrà quanto prima illustrato in un incontro con la cittadinanza e le scolaresche ». Con l'auspicio che rimanga solo sulla carta.
Il passo successivo - integrato successivamente - è stato la convalida di una delibera di giunta per una variazione di bilancio.
Dopodiché, l'assemblea si è occupata del riconoscimento ai fini giuridici di una porzione - 44mila euro - di un debito dello scorso anno nei confronti del commissario per l'emergenza ambientale, per il quale non c'è la copertura finanziaria, rinviata al prossimo anno.
La lunga lista degli argomenti è stata chiusa con l'assestamento generale di bilancio per la gestione 2012, necessario per far quadrare i conti.
In chiusura sono mancate, per ovvi motivi, le tradizionali e lunghe comunicazioni del sindaco. C'è stato spazio, invece, per della sana propaganda che non guasta mai, a rassicurazione dei cittadini. «Il nostro comune - ha, infatti, dichiarato Saverio Viola - è uno dei pochi economicamente virtuosi della nostra provincia. Mentre, difatti, molti centri, anche nelle vicinanze, non navigano in acque tranquille, noi, nonostante la grande crisi, stiamo riuscendo a mantenerci a galla, con un attivo di circa 60mila euro e, stando così le cose, vi annuncio che presto partiranno i lavori per numerose opere pubbliche anche importanti». Opere per le quali, ovviamente, a differenza di altri colleghi, noi non conosceremo mai in anticipo i dettagli. Altrimenti perderebbe ogni giustificazione l'accusa, mossa più volte, di scrivere solo le cose negative.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.