Così l'orologio torna a scandire il tempo

 

Calabria Ora del 18 Dicembre 2012

Da qualche giorno ha finalmente ripreso a scandire le ore, il grande orologio del municipio di Acquaro, da tempo immemore simbolo dello scorrere del tempo per tutto il paese. Oltre alle lancette che hanno ripreso a girare, inoltre è stato ripristinato il tradizionale tintinnio delle campane, che scandiscono ogni ora del giorno più i quarti.

La notizia del ripreso funzionamento è stato possibile apprenderla, oltreché dall'udire i rintocchi, da una nota pubblicata dal vicesindaco Saverio Viola sul sito istituzionale del comune, dove, elogiando il primo cittadino Giuseppe Barilaro «per aver mantenuto fede alla parola data, realizzando un altro punto del nostro programma, operando senza falsi proclami ed ipocrisie», ha sottolineato anche il nostro impegno, da corrispondenti di questa testata, nell'aver scritto in passato sull'argomento in quanto l'orologio ha periodicamente manifestato la sua volontà a non voler svolgere il proprio compito di segnare le ore, mettendo, poi, in evidenza il fatto che «nel periodo precedente le ultime competizioni amministrative, il nostro sindaco, si era impegnato pubblicamente - con tanto di contratto scritto e apparso sugli organi di stampa, ndr - con un noto insegnante del luogo, a far rivivere quello strumento segnatempo» e riconoscendo che, «tuttavia, i buoni intendimenti spesso si scontrano con la realtà ed infatti, la spesa richiesta per sistemare l'orologio non era di poche migliaia di euro, bensì, di circa 10mila euro». Quindi non se ne era fatto niente, con il "contratto" e le sue clausole, rimasti lettera morta. Ma, alla provvidenza non occorre mai mettere freno e, da venerdì scorso, «grazie ai lavori effettuati da un artigiano della vicina Mileto, ed a costi decisamente più in linea con le ristrettezze economiche in cui versa l'economia nazionale, le campane hanno ricominciato a suonare e le lancette a segnare il nostro tempo». Meglio tardi che mai e, se poi si risparmia anche, e parecchio, meglio di meglio.
Vi è da sottolineare, inoltre, che il ripristino dell'orologio della torretta municipale, sembra aver risolto anche la querelle che si era scatenata tempo addietro con riferimento all'orologio sonoro della chiesa matrice, per via di alcuni residenti nelle prospicienze dell'edificio sacro che, giustamente infastiditi dai rintocchi delle ore e dei quarti, avevano portato le loro lamentele all'indirizzo del parroco don Saro Lamari, il quale per tutta risposta aveva completamente zittito il campanile. La conseguente protesta del resto della popolazione, tuttavia, con contestuale raccolta di firme, aveva portato al ripristino dello status quo campanaro. Sino ad oggi, quando, con la riparazione dell'orologio della piazza, quello della chiesa è stato nuovamente ammutolito. E vissero tutti con i timpani felici e contenti.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.