Benoit Manno vince ancora

All'orizzonte c'è il titolo Ue.

Calabria Ora del 10 Febbraio 2013

"He is the champion". È lui il campione, Benoit Manno che, vittorioso nel match dell'otto febbraio al palasport di via Plata a Torino, contro l'ungherese Zoltan Horvat, vede sempre più vicina all'orizzonte la luce del titolo Ue, il terzo da professionista dopo il bis italiano superpiuma.

D'avanti a un pubblico di oltre 600 persone, a fronte di una capienza di qualche centinaio di meno, il pugile acquarese è riuscito ad imporsi ai punti con verdetto unanime della giuria, in una gara sulle sei riprese combattuta alla 23 circa dopo il sottoclou. Decisamente inferiore tecnicamente l'avversario, dal peso di 60 chili e di qualche centimetro più basso di Benoit, il quale ha sofferto non poco il fatto che l'ungherese, con braccia più corte, lo incalzava a distanza ravvicinata, cercando il colpaccio del ko ma trovando, invece, un muro invalicabile che gli teneva testa, allontanandolo con il destro, mandandolo a vuoto e andando affondo, da buon mancino, con il suo micidiale sinistro. Un match tutto giocato sulle gambe da Manno che, sin dalla prima ripresa, sfruttata da entrambi per studiarsi reciprocamente, da attendista, ha girato minaccioso il ring in lungo ed in largo, accusando anche un possente montante destro, mandando a segno tre/quattro ganci ed andando aggiudicarsi la porzione di combattimento. Copione diverso nelle altre 4 riprese, tutte a favore di Benoit, che è riuscito a sferrare fino a quattro/ sei serie di pugni contro l'avversario, legando di tanto in tanto per cercare di trovare un po' di fiato al duro lavoro di gambe per i tanti "perni" laterali indirizzati a mandare a vuoto il competitor. Lavoro di gambe che s'è fatto sentire alla sesta ripresa, alla quale il campione è giunto spossato - errore frequente, dovuto all'intensivo allenamento pre - gara da rivedere - , circostanza che ha portato l'avversario ad attaccare ripetutamente, dando il tutto per tutto, senza, comunque, riuscire ad espugnare il "fortino" Manno, che gli ha tenuto testa, gonfiandolo letteralmente dai pugni. En plein di riprese e meritata vittoria finale, con tanto di dedica, d'obbligo, agli acquaresi - in platea ve ne erano una trentina - ed a quanti, in primis la pazientissima madre Dominique, sono costretti a sopportarlo durante lo stressante periodo di allenamento e dieta immediatamente precedente la gara.
Nuovo appuntamento agonistico per la scalata al titolo Ue già tra marzo e aprile, quando dovrebbe svolgersi il prossimo incontro, l'organizzazione del quale è a buon punto, avendo lo stesso Manno già trovato lo sponsor che contribuirà a realizzare l'evento. Acquaro, intanto, lo attende tra le sue mura, dove Benoit ha da tempo annunciato la sua presenza il mese prossimo, anche per una conferenza stampa di spiegazione del fallimento del match del mediterraneo che lo ha tanto deluso lo scorso mese di Agosto. Per il momento si gode la vittoria, consapevole che il titolo è alle porte e l'obiettivo alla sua portata.

Valerio Colaci

Ritaglio dell'articolo

Commenti   

Carmela Rodolico
# Carmela Rodolico 2013-02-12 20:38
Molti auguri a Benoit per la sua nuova vittoria. Complimenti a lui e alla sua famiglia per il meritato successo. Cari saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.