Tra divertimento e partecipazione

Il tradizionale gioco "U ruaju" rappresenta anche un momento di aggregazione.

Il Quotidiano del 19 Aprile 2013

È stata veramente una giornata, all'insegna del divertimento e dello stare insieme, la gara del formaggio organizzata dal locale circolo Arci presieduto da Francesco Zappone, alla quale hanno preso parte tutte le associazioni del paese e l'amministrazione comunale.

Sei le squadre che si sono contesi la partita: tre composte dai soci Arci, una della Pro Loco, una del Circolo Caccia e Pesca e una appunto dall'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Barilaro.
La manifestazione, che si è svolta domenica scorsa lungo il percorso che va dalla località "Medico Marco" a quella di "Porro", ha riscosso una notevole partecipazione di adulti, anziani e bambini che hanno così trascorso un intero pomeriggio a fare il tifo per questa o per l'altra squadra e nel contempo ridere e scherzare tra paesani. Di conseguenza lo scopo, di portare in auge le vecchie tradizioni promuovendo nel contempo l'aggregazione sociale, che il locale circolo Arci si era prefissato è stato raggiunto a pieno con grande soddisfazione degli organizzatori ma anche dai partecipanti sia come giocatori che come spettatori.
A conclusione della competizione, che ha visto impegnati le sei squadre, nei locali del circolo Arci è stato proiettato un video descrittivo delle diverse modalità del gioco negli altri centri della Calabria e dell'Italia, inoltre è stata fatta una breve esposizione delle origini del gioco.
Non v'è certezza assoluta, infatti, ragion per cui le ipotesi formulate attribuiscono agli etruschi o ai romani le origini di questo gioco. Facendo poi un tuffo nel passato acquarese, il gioco de "u ruaju" era quello tipico che si svolgeva nei giorni che precedevano il carnevale.
Generalmente veniva usata (così come pure oggi) una forma di pecorino stagionato che spesso durante il gioco si frantumava e per concludere la gara si sostituiva con "u ruaju" ossia una riproduzione esatta in legno della forma di formaggio. A ricostruire dettagliatamente, nel suo intervento, la storia di questo gioco ad Acquaro, è stato il socio Arci Raffaele Mammoliti che ha sottolineato che "si pratica dal secondo dopoguerra" e a sostegno di ciò ha anche raccontato alcune leggende legate al gioco.
Al fine di suggellare questa prima edizione di gare amichevoli tra associazioni, il presidente Arci Francesco Zappone ha voluto consegnare a tutte le squadre una targa ricordo ringraziandole per la loro partecipazione. Il sindaco Giuseppe Barilaro ha definito la manifestazione "un importante evento di aggregazione sociale", ma anche il presidente provinciale dell'associazione Auser Nazzareno Denami si è complimentato con gli organizzatori.
A conclusione della serata un ricco buffet (offerto dalle ditte locali nonché da privati cittadini) e uno spettacolo pirotecnico hanno suggellato la buona riuscita della manifestazione che di certo non rimarrà singolare ma già si parla di ripeterla nelle prossime domeniche estive. C'è da dire infine che sia l'amministrazione comunale che l'associazione Auser hanno concesso un contributo economico per la manifestazione.

Giuseppe Parrucci

Immagini dell'evento

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.