Il Comune sanzionato dalla Prefettura

A causa della mancata copertura dei costi della raccolta differenziata.

Il Quotidiano del 14 Maggio 2013

I controlli sui conti e sulle attività in generale, sono sotto gli occhi attenti dei vari uffici dello Stato e non solo per ditte e privati, ma anche e forse soprattutto per gli Enti Locali.

Ad essere "beccato" questa volta è stato infatti il Comune di Acquaro che di conseguenza sarà investito dei provvedimenti previsti dalla legge. L'1% delle entrate correnti risultanti dal certificato di bilancio del penultimo esercizio finanziario è l'importo della sanzione che la Prefettura ha applicato nei confronti del Comune di Acquaro per il mancato rispetto dei livelli minimi di copertura dei costi di gestione del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l'anno 2012. Una sanzione la cui percentuale viene misurata sull'esercizio finanziario precedente a quello in cui è stato rilevato il mancato rispetto dei suddetti limiti di copertura. Nello specifico, la sanzione viene applicata sulle risorse che il Ministero dell'Interno attribuisce al Comune a titolo di trasferimenti erariali e di federalismo fiscale. Pertanto, l'ufficio territoriale del governo, avendo rilevato che il Comune non ha garantito, per l'anno 2012, la copertura quanto meno al minimo dei costi complessivi per la gestione del servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani fissato al 70%, ha di conseguenza applicato la sanzione prevista. Il decreto con la relativa sanzione è stato anche trasmesso alla Direzione Centrale della Finanza locale del Ministero dell'Interno per gli opportuni adempimenti.
«La gestione del servizio è sotto la nostra attenzione ormai da anni - ha commentato il sindaco Giuseppe Barilaro. - Abbiamo mantenuto inalterate le tariffe e ciò nonostante abbiamo continuato a garantire un servizio efficiente, tant'è che non si sono registrate nemmeno per un giorno le criticità che riguardano l'intera Calabria». Alla luce poi del decreto prefettizio Barilaro ha dichiarato: «Garantiremo ciò che la legge ci chiede». Di conseguenza si vedrà nei prossimi giorni l'evolversi della vicenda e i rimedi con cui l'amministrazione comunale intende sanare l'intoppo.

Giuseppe Parrucci

Decreto prefettizio

Lock full review www.8betting.co.uk 888 Bookmaker

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più leggi la Cookie Policy.